BRIDGERTON: IL SUCCESSO DI SHONDALAND E DEL SUO ROMANZO “NON” STORICO

Durante un’intervista la senatrice Liliana Segre, che visse la tragica esperienza dell’internamento dei campi di sterminio nazifascisti, disse: “Temo di vivere abbastanza per vedere cose che pensavo la Storia avesse definitivamente bocciato, invece erano solo sopite.” Una frase che ho voluto usare accoppiandola con un’altra di Alessandro Manzoni, l’autore de I Promessi Sposi, il period drama per eccellenza della letteratura italiana: “Non sempre ciò che viene dopo è progresso.” Una frase che riesce ad indicare bene la non linearità della storia e la crisi della narrazione della democrazia liberale che da circa venti anni il mondo sta affrontando. Sicuramente qualcuno sta pensando che è esagerato scomodare certi argomenti per parlare di Bridgerton, ultima creazione di Shondaland, la casa di produzione della sceneggiatrice e producer americana Shonda Rhimes, in onda su Netflix e che sta avendo un enorme successo in tutto il mondo. Continue reading “BRIDGERTON: IL SUCCESSO DI SHONDALAND E DEL SUO ROMANZO “NON” STORICO”

Share and Enjoy !

The Crown 2: il ritorno della regina

The Crown 2
Netflix, a un anno di distanza, ha distribuito col suo sistema di streaming per abbonati, la seconda stagione di The Crown (La Corona), serie in dieci puntate sulla vita di Elisabetta II, attuale regina del Regno Unito. Naturalmente l’inizio parte dalla fine della prima stagione, quando la signora Windsor era già sposato con Filippo di Edimburgo. Se la prima stagione andava dal 1947, anno del loro matrimonio, fino al 1956, cioè le avvisaglie della crisi di Suez, la seconda copre un arco temporale che va dal 1956, con tutta la drammaticità della crisi legata al canale che apre il Mar Rosso sul Mediterraneo, il ruolo di Israele e lo scontro fra i due blocchi, fino al 1964, coprendo anche la tragica morte del presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy.

Continue reading “The Crown 2: il ritorno della regina”

Share and Enjoy !

Vikings: Ragnar é morto, ma Vikings no!

Ragnar dead bodyLa quarta stagione di Vikings, la serie tv con protagonista i norreni, è terminata con la morte del loro leader carismatico Ragnar Lothbrok. Personaggio storico realmente esistito, Ragnar è, anzi era. interpretato da Travis Fimmel, attore ed ed ex supermodello australiano. Dal 2013 anno della nascita della serie Vikings, serie canadese, prodotta da Histoy Channel, ha visto un numero sempre crescente di appassionati e fan, grazie all’ottima scrittura di Micheal Hirst, che lo fa tutto da solo, autore per la tv ha scritto anche The Tudors con Jonathan Rhys Myers e per il cinema ha sceneggiato i due film di Elizabeth con Cate Blanchett. Continue reading “Vikings: Ragnar é morto, ma Vikings no!”

Share and Enjoy !

Addio Downton

Downton Abbey chiude. Il period drama inglese prodotto da Itv è finito, manca solo lo special natalizio, ma sarà l’ultimo atto di una delle serie più famose ed amate nel mondo, che vantava gruppi d’ascolto e fan ovunque, persino in una base in Antartide. Il produttore Gareth Neame volevo solo adattare il romanzo di Julian Fellowes, dall’emblematico titolo Snob, con una miniserie, ma non è andata così. Downton è a mio avviso una dei migliori period drama mai realizzati. Continue reading “Addio Downton”

Share and Enjoy !

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: