Digital Marketing? E che ci vuole! Certo, Certo…

Il titolo di questo post traduce un’idea, per fortuna sempre meno comune, di chi praticamente crede che il digital marketing sia una cosetta da niente. Neanche una di quelle cose inventate dai “poteri forti”, magari! In quel caso infatti ci sarebbe un riconoscimento da parte dei complottisti. Invece per alcuni il digital marketing è una cosetta semplice, un affare che si traduce in mettere qualche foto ogni tanto, come fanno tutti nel mondo!
Già. Peccato che sia un insieme di discipline a cui sono dedicati corsi di laurea e master post-lauream, corsi aggiornamento e perfezionamento in tutto il mondo, da Aarhus in Danimarca a Zurigo in Svizzera!
Magari ci sarà un motivo! Per curiosità diamo uno sguardo a quello che serve sapere di base per occuparsi di Digital Marketing.

Essere un project manager ed elaborare una strategia

Non è una parolaccia e non è solamente essere a capo di un progetto, significa saper elaborare una strategia, organizzare, valorizzarla, comunicarla e saperla anche difendere. E solo sapere davvero elaborare una strategia per qualunque sia il compito o il lavoro che hai è una insieme che coinvolge una grossa parte dello scibile umani, che va dal generale cinese Sun Tzu, vissuto 25 secoli fa, fino ai marketer più influenti in questo momento, come Kotler, Schaefer, Godin e molti altri, quindi con una predisposizione all’aggiornamento continuo.

Un progetto non è il tuo lavoro, il tuo lavoro è fare progetti!Se pensi che sia la stessa cosa sei parecchio lontano dalla verità. E non basta farli, perché li devi seguire. Sia chiaro che fare un post su un social non è un progetto. Una volta definito il progetto, , chiariti gli obiettivi servirà la strategia per come raggiungerli.
Cioè?


Cioè : Comunicazione o marketing o advertising?

Perché sono diverse?
Si, sono diverse, molto diverse!
Questo è un altro grande errore credere che comunicazione e marketing siano sinonimi, quando non lo sono.
Devi capire a chi ti rivolgi e perché. Qui entra in gioco la definizione del target, l’a
scolto del target, la definizione del viaggio delle personas, la s non è un errore di scrittura 🙂

Scrittura ed immagini

Il mondo digitale è fatto di codici. I codici sono parole ed immagini. Un buon marketer deve conoscerle e sapere come usarle. Questo non significa assolutamente che sia un grafico, ma che lavora con i grafici e che deve saper parlare con loro! Molto più facile che un marketer sia un copy (come il sottoscritto), però se non è così vale la stessa cosa detta per i grafici.
I grafici ed i copy sono professionisti che hanno le competenze tecniche per risolvere le richieste che un marketer formula, ma che deve essere in grado di formulare! Tu sei qual è la palette migliori per il tuo feed Instagram?
Hai competenza di UX Writing, o di MicroWriting?

La SEO e la SEM sono la chiave del digital marketing

Un post sul blog o una newsletter ben scritti sono inutili se le persone giuste non potranno leggerle. L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e il marketing per i motori di ricerca (SEM) sono le strategie responsabili per indirizzare il traffico al proprio sito web. 

L’algoritmo di Google è in costante aggiornamento ed è fondamentale saper scegliere e utilizzare le key word corrette. Il web è un mondo pieno d’insidie ed è importante rimanere sempre aggiornati e pienamente consapevoli degli ultimi aggiornamenti, degli algoritmi, e dei fattori che influenzano il ranking di ricerca. 

Realizzare un piano editoriale

Più andiamo avanti e più ci rendiamo conto di quanto sia fondamentale avere una pianificazione accurata di tutte le attività da svolgere. Il piano editoriale è un elemento imprescindibile per un marketer perché ci consente di creare anticipatamente un programma di quello che faremo e di ciò che tratteremo. Molto utile per chi lavora con un blog e soprattutto sui social media.

Conoscere i social media

Infografica di Fred Cavazza

Un SMM, Social Media Manager, si occupa della gestione dei canali social di un’azienda attraverso la programmazione di un piano editoriale ottimizzato per comunicare prodotti, servizi e curiosità di un’attività. 

I social non sono  strumenti di vendita, ma di comunicazione.
Questo purtroppo è un altro grande equivoco!
Servono a creare un contatto diretto con i clienti già acquisiti e con potenziali clienti. Il social media marketing non è altro che un modo per i brand per farsi conoscere dal proprio pubblico grazie ai social media. Permette un rapporto continuo e reciproco con gli utenti perché oltre a scambiare informazioni con essi, possiamo ascoltare, leggere e capire cosa pensano, desiderano o non sopportano del nostro brand.
L’SMM presuppone la conoscenza dei linguaggi che ogni social media ha. Perché non parlano assolutamente la stessa lingua.
Possiamo acquisire nuovi clienti con i social media? CERTAMENTE! Però è diverso dalla normale comunicazione, lì entriamo in un territorio dove servono un marketing che includa anche l’Advertising, cioè la pubblicità a pagamento (servono più risorse).

 

Conoscere le modalità pubblicitarie pay-per-click 

Anche se apparire per primi nei risultati di ricerca organica porta vantaggi può volerci del tempo. Un’opzione per ottenere una visibilità rilevante più immediata è attraverso la pubblicità pay-per-click. Con PPC, è garantito che la nostra attività venga mostrata ai primi posti, ma dobbiamo pagare per ogni clic ottenuto dall’annuncio. Pagare di più non significa necessariamente essere al primo posto, perché vengono presi in considerazione la pertinenza e la qualità dell’annuncio.

Questo aspetto di rilevanza e qualità è ciò che rende PPC un’abilità da conoscere e avere. Non abbiamo solo bisogno di sapere come bilanciare o allocare il nostro budget, ma sapere quali parole chiave scegliere come target, il miglior canale e formato di annunci da utilizzare, nonché come creare un’esperienza coerente per il pubblico. Migliori saranno i nostri annunci, minore sarà il costo per clic e maggiori saranno i profitti.

E la pubblicità PPC non è solo sui motori di ricerca. È su social media, siti web, app, directory e altro, rendendo questa abilità di marketing digitale un must assoluto.

Conoscere le modalità pubblicitarie a pagamento sui social media 

I social media non sono più semplici come una volta. Raggiungere il proprio mercato di riferimento richiede molto di più che creare una pagina aziendale, utilizzare gli hashtag giusti o pubblicare regolarmente contenuti divertenti e pertinenti.

Facebook Ads, ad esempio, fornisce marketer e agli inserzionisti uno strumento completo per creare e gestire annunci pubblicitari. Ma come facciamo a utilizzarlo in modo efficace? Senza una corretta comprensione di come funzionano gli annunci sui social media, potremmo rischiare di spendere più del necessario e non riuscire a raggiungere il pubblico giusto.

Apprendere e sviluppare competenze nell’offerta oCPM (Optimized Cost Per Mille), nella sperimentazione di annunci creativi, nel targeting granulare del pubblico personalizzato e negli strumenti di analisi dei dati dei social media come Facebook Insights.

Influencer Marketing e Mail Marketing

Gli influencer sono croce e delizia dei nostri giorni, ne ho parlato spesso ultimamente, come l’importanza degli ambassador e delle community. Però esistono altri strumenti che puoi utilizzare, come le email, le newsletter, i blog e molto altro.

La mail marketing negli ultimi anni sta vivendo una sorta di nuova golden age, specialmente grazie alle newsletter. È uno dei modi più efficaci d’instaurare e far crescere il rapporto tra un brand e i suoi clienti.

Può essere utilizzata per convertire lead, coinvolgere i clienti inattivi e fidelizzarli. Possiamo inviare contenuti utili, aggiornamenti importanti, offerte esclusive, inviti a eventi e l’elenco potrebbe continuare.  Con competenze di email marketing ottimizzate, possiamo ottenere informazioni preziose sul nostro pubblico per aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi.

Analizzare i dati e Verificare i risultati

Il web è un grande oceano ricco di dati, e se volete imparare a nuotare, dovete fare amicizia con i numeri. Oggi, gli strumenti di analisi dei dati sono ampiamente disponibili, fornendo agli operatori di marketing le informazioni di cui hanno bisogno per comprendere i clienti e indirizzarli con i messaggi giusti.

L’analisi dei dati si riferisce all’uso di tecniche funzionali e di software per raccogliere ed elaborare ampie raccolte di dati da varie interazioni online del mercato di riferimento.

Insieme all’analisi, esiste anche la pulizia dei dati, che si riferisce al processo di eliminazione dei dati errati, duplicati o incompleti dal database. In qualità di marketer digitale, è necessario eliminare periodicamente dal database i dati obsoleti e inutili per evitare di prendere decisioni di digital marketing inefficaci.

Brand Awareness

Nel marketing digitale fare branding significa rendere noto chi siamo e cosa facciamo, costruendo la nostra identità e il nostro valore per farci conoscere e identificare dal nostro pubblico.

Ciò comporta che quando gli utenti si interfacciano con la nostra azienda sono in linea con i nostri valori e la nostra mission, abbracciando uno specifico status symbol. Questa è una delle competenze più importanti del digital marketing da acquisire necessariamente. 

Content Strategy

Creare contenuti è essenziale nel digital marketing. Si occupa della creazione e della gestione di tutti i contenuti web inerenti al prodotto e al brand di un’azienda. Un buon marketer sicuramente sa creare contenuti, non in tutti i linguaggi, ma sicuramente li conosce per creare una content strategy adatta, attraverso uno storytelling mirato ed emozionale, attira e coinvolge gli utenti rendendoli protagonisti della storia.

Con questo abbiamo solamente visto una parte della superficie del lavoro che fa oggi il Digital Marketing, perché c’è molto altro, come il marketing automation, le differenza con il mobile, il discorso sul B2B e B2C, per non parlare di problem solving ed event management, ecc.

Questo post vuole solo sottolineare quanto questo lavoro sia complesso e ricco, mentre purtroppo spesso viene considerato come mettere una foto online.
E’ anche molto complicato capire come si misura il successo di questo lavoro. Io personalmente lo faccio perché mi piace e mi appassiona.

Share and Enjoy !

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.