Tag Archives: umberto eco

04Feb/21

Le legioni d’imbecilli e l’Infodemia

E ci risiamo! Siamo di nuovo alle Legioni di imbecilli che pare siano creati dai social come fossimo dentro un videogioco RPG. Se Umberto Eco fosse vivo – magari – per tutte le volte che è stato nominato per questa sentenza gli sarebbero scoppiate le orecchie e sarebbe diventato l’uomo più ricco del sistema solare per i diritti d’autore da versargli!  Intanto la comunicazione politica, soprattutto quella degli uomini politici, dei rappresentanti dei rappresentati è arrivata davvero ai  minimi termini. Si naviga in un mare di frasi fatti e slogan senza un minimo di costrutto che sembrano venir fuori dai peggiori imbonitori di mountain bike con cambio a 30 rapporti del millennio scorso! Ultima quella che ha visto protagonista alcune sere fa l’ex ministro Bellanova  scatenando proteste da molti utenti di Twitter.

Continue reading

26Gen/21

La democrazia è l’errore. La democrazia e l’errore

In fondo questa è il sentimento che alberga nella maggioranza degli esseri umani che vive in un paese a sviluppo economico avanzato, le famose democrazie, è quello che la democrazia sia fondamentalmente un errore gigantesco. Inutile inorridire di fronte a questa affermazione. Io lo penso ogni volta che sento sia emeriti maitre-a-penser in giacca e cravatta, sia casual peracottari con in mano un mojito. La democrazia è un errore perché si basa sull’errore.

Continue reading

11Mag/20

Silvia Romano: il nemico arriva da Stoccolma

Il caso della liberazione di Silvia Romano e la sua conversione all’Islam ha portato nuovamente alla ribalta il termine Sindrome di Stoccolma. In realtà credo che quello di cui dovremmo seriamente preoccuparci è la Sindrome da Accerchiamento, quella del nemico in ogni angolo, di cui l’Occidente ormai sembra un malato senza possibilità di guarigione. Andiamo con ordine. Continue reading

20Feb/16

Hanif Kureishi, David Bowie, la Bbc e Umberto Eco

Non so quanti di voi conoscano uno scrittore come Hanif Kureishi, londinese con padre pakistano. Niente di strano, visto quanto il subcontinente indiano e le nazioni intorno hanno dato in termini artistici alla Old Britannia. Nel 1990 pubblica il primo romanzo, The Buddha of Suburbia, era già un ottimo commediografo e conosciuto per My Beautiful Laundrette, Sammi e Rosie vanno a letto (Sammi and Rosie get laid) e London Kills Me. Tutti e tre diventeranno film che vi consiglio. Questo no. La BBC ci mise lo zampino e lo trasformò in una miniserie con una splendida colonna sonora firmata David Bowie. Continue reading