Tag Archives: crime

21Mag/21

SNABBA CASH: Soldi, Sangue e Fuoco. Non è L.A. ma la Svezia.

I luoghi comuni sono duri a morire. Per dirla meglio: ognuno ha il suo forte confirmation bias. Eppure ormai anche il racconto crime nei paesi europei è tanto forte e violento come quello delle metropoli americane come L.A. Non è solo Italia, con Gomorra, ma la Svezia, il paese biondo che adesso ha i suoi ghetti e le sue bande. E soprattutto i legami fra le bande di strada e chi è ai vertici: i soldi, il sangue ed il fuoco dei mitra. Questo è SNABBA CASH su Netflix.

Continue reading

13Dic/20

Capitaine Marleau: un gendarme davvero particolare

Ci sono serie che arrivano con grandi battage pubblicitari e conquistano il pubblico come previsto. Poi esistono delle sorprese che partono in sordina, che quasi vengono messe per riempire i palinsesti delle reti  e delle piattaforme di streaming. Le sorprese sono quelle che fanno anche più piacere per chi fa questo lavoro, sono quelle che incontri facendo zapping col telecomando e che davvero non ti aspetti. Per me è capitato così quando ho visto per la prima volta una puntata del Capitaine Marleau, una di produzione franco-svizzera che ha attirato la mia attenzione, nonostante io non sia un amante delle loro produzione televisive. Continue reading
21Set/20

Petra: la Cortellesi funziona e la serie pure

L’altra sera mentre guardavo su Sky la prima puntata della serie tv Petra ho pensato che Elvira Sellerio ha fatto un lavoro straordinario con la sua casa editrice. Oggi purtroppo sono già dieci anni che questa splendida signora palermitana, grande editrice, ci ha lasciato, però l’impronta del suo lavoro continua ancora. La scoperta e diffusione di Andrea Camilleri non è un caso isolato. Indovinate chi ha pubblicato i romanzi in Italia di Alicia Giménez-Bartlett? Proprio Sellerio. Da questi best-seller in terra iberica è tratta Petra. E quand’è che l’adattamento di una serie tv può dirsi riuscito? Continue reading
27Giu/20

The Woods – Estate di Morte I boschi dei fantasmi del passato

“Cappuccetto Rosso se vai a trovare la nonna, non passare per il bosco che è pericoloso!”
Tutti siamo stati Cappuccetto Rosso, qualche volta, tutti abbiamo avuto una mamma, un papà, un fratello, una sorella, un amico che ci ha detto di non passare per un bosco, o un qualsivoglia altro luogo pericoloso, anche se si faceva prima, se a noi piaceva o se era divertente. Lo abbiamo fatto? Abbiamo ascoltato? Non tutti sono fortunati da avere un guardiacaccia che interviene alla fine e salva la situazione e non lo sono stai neanche i protagonisti di The Woods – Estate di morte, miniserie polacca disponibile sulla piattaforma streaming di Netflix e che in questo momenti è fra i titoli più visti. Continue reading
22Giu/20

Bordertown: Sorjonen e i confini del freddo criminale

“Perché queste cose lassù, al Nord, non succedono!”
Questo è il leit-motiv di un personaggio di Alberto Sordi in un film del 1955 diretto da Mauro Bolognini. Un bell’esempio di commedia all’italiana corale con icone del nostro cinema come Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo, Nino Manfredi ed altri. Musiche del grande maestro Carlo Rustichelli. Sordi era un giovane carabiniere romano che si lamentava del lassismo dei colleghi in confronto alla fermezza e al rispetto delle regole degli abitanti dell’Italia Settentrionale. Non si preoccupino quelli che credono che nel complotto anti-nordista contro la Regione Lombardia, perché non parleremo di quel nord, bensì di un altro nord, che sembra essere più una categoria dello spirito per dirla alla Hegel piuttosto che un luogo geografico.

Continue reading