Tag Archives: serialità

28Mar/21

MAKARI: La Rai punta ancora sul Sud per vincere negli ascolti

Sicuramente il lockdown ed il semaforo delle zone ha accelerato un processo in atto, quello che vede gli italiani sempre più amanti delle serialità televisiva. Inoltre piacciono moltissimo gli adattamenti, cioè serie che provengono da libri di produzione recente. Aggiungiamo che quelle più viste hanno un altro tratto in comune: il SUD. Non si tratta di una semplice ambientazione, ma di un vero e proprio protagonista. Forse la letteratura e l’audiovisivo potrebbero essere due pilastri che importanti per la valorizzazione del nostro paese, soprattutto per iniziare un’operazione che da noi è necessaria ma avviene poco: FARE SISTEMA. E adesso parliamo di Makari.
Continue reading

30Gen/21

Lo sguardo di Ricciardi su Raiuno

Nonostante quello che possano dire alcuni siti di gossip che parlano solamente di reality e talk show che durano 4 ore, è la serialità televisiva che sta vincendo la partita degli ascolti. Addirittura certi talk show devono durare molto per “spalmarsi” su vari slot di tempo ed avere così uno share più alto. Se poi si vedono i dati assoluti, cioè quanti telespettatori c’erano davvero si vede davvero un dato parecchio ridicolo. La “fiction” sta vincendo con produzioni che si basano sempre di più su romanzi italiani. Montalbano non è stato il primo ma sicuramente è stato negli ultimi anni il fenomeno che sta trainando questa tendenza. E’ arrivato il momento di Ricciardi, la creatura più famoso di uno dei nostri scrittori migliori Maurizio De Giovanni. Buona Lettura.

Continue reading

22Dic/20

La Barriera: anche il virus ha la sua distopia

 

Nel 1973 Hollywood produsse un film distopico con interprete Charlton Heston, che raccontava di un mondo devastato da inquinamento e sovrappopolazione, dove la povertà era una condizione sempre più opprimente e la democrazia era sostituita da un regime politico fascistoide sostenuto da poche grande corporation. Nel film recitava per l’ultima volta anche la leggenda di Hollywood Edward G. Robinson. Il titolo era “2022: I Sopravvissuti”. Qualche complottista a vederlo oggi potrebbe pensare che è un destino che si sta avvicinando visto che l’anno che sta per finire verrà ricordato come quello della pandemia, del Covid 19, del grande complotto e chissà quanti altri appellativi gli daranno. Però la serialità è in anticipo visto che abbiamo già una miniserie su una distopia con protagonista un virus.

Continue reading

13Dic/20

Capitaine Marleau: un gendarme davvero particolare

Ci sono serie che arrivano con grandi battage pubblicitari e conquistano il pubblico come previsto. Poi esistono delle sorprese che partono in sordina, che quasi vengono messe per riempire i palinsesti delle reti  e delle piattaforme di streaming. Le sorprese sono quelle che fanno anche più piacere per chi fa questo lavoro, sono quelle che incontri facendo zapping col telecomando e che davvero non ti aspetti. Per me è capitato così quando ho visto per la prima volta una puntata del Capitaine Marleau, una di produzione franco-svizzera che ha attirato la mia attenzione, nonostante io non sia un amante delle loro produzione televisive. Continue reading
09Dic/20

Motherland: l’esercito delle streghe di Fort Salem

“Tremate, tremate, le streghe son tornate!” è stato uno degli sloga più forti ed usati dal movimento femminista durante gli anni ’70, uno dei momenti più forti nella storia di tutto il movimento, quello che ha portato anche alla legge sul divorzio che proprio pochi giorni fa ha compiuto mezzo secolo di vita. Per correttezza diciamo subito che il femminismo non nasce in quel periodo, ma molto prima, che è ancora vivo e forte – anche se purtroppo ci sono personaggi politici che cercano di ridurlo a fenomeno di costume – e che gli dobbiamo altre conquiste, come la legge sullo stupro, quella sulla parità salariale e altre, anche se la strada per una società di uguali, che oggi comprende anche la parte del movimento LGBTQ+ è ancora lunga. Però è arrivata anche la loro distopia: Motherland – Fort Salem.

Continue reading