Tag Archives: dick

28Feb/21

Cyberpunk, dove il presente ha avuto inizio

Io di solito non parlo mai di libri e credo che dovrei farlo più spesso perché mi piace e perché leggere non è solo un bellissimo piacere ma anche un po’ di viaggiare, scoprire e riscoprire noi stessi. Da pochi giorni ho visto un libro che mi fa fatto drizzare le antenne. Credo che grosso tutti abbiano visto o sappiamo qualcosa del film Matrix. Se usate internet avrete sicuramente incrociato un meme con “pillola rossa, pillola blu”, con Morpheus, Trinity e con Keanu Reeves che fa l’Eletto. Tutta la trilogia dei fratelli Wachovski non viene dal niente, ma da parecchio lontano, da qualcosa che in Italia è amato e anche detestato: fantascienza. Però non è così semplice. Continue reading

07Mar/20

Hunters: Come fai a non odiare i nazisti?

HUNTERS: Questione di Storia e di Storie

Nel bel thriller Yeruldelgger, Morte nella steppa, scritto dall’autore francese d’origine armena, Ian Manook (non lo conoscevo e devo ringraziare gli amici di Twitter @Superetero e @MenorraPiccicud per averlo portato alla mia attenzione),  ad un certo punto proprio il commissario Yeruldegger parlando con la sua sottoposta l’agenda Oyun, si chiede come lì in Mongolia, ci possa essere un gruppo neonazista che inneggia a Hitler, dopo i 6 milioni di morti dell’olocausto. L’agente gli dice perchè quella non è la nostra storia, non lo conosciamo, ma quei morti non valgono meno dei 40 milioni del regime staliniano e dei cento di quello di Mao, o del milione morto nel recente genocidio del Ruanda fra Hutu e Tutsi. Quanti olocausti ci sono stati? Di quanti massacri la storia è composta? Questa breve premessa mi serve per introdurre la serie di cui voglio parlarvi questa settimana, Hunters, in onda su Amazon Prime, che ha nel suo cast un big come Al Pacino nel ruolo del co-protagonista. Continue reading

17Set/15

Mr. Robot, chi ha vinto davvero?

Questa è l’immagine del logo della fsociety, il gruppo hacker di Mr. Robot. Come vedete l’estetica è simile a quella di Guy Fawkes, simbolo di V for Vendetta, la meravigliosa graphic novel di Alan Moore della fine degli anni ’80, da cui poi è stato tratto il film di James McTeigue. Sto correndo troppo? Non avete letto il “fumetto”? Non avete visto il film? Ma almeno questa estate avete visto Mr. Robot o eravate al mare? Potete rimediare a tutto ed avrete l’occasione di vedere questa serie su Mediaset Premium – purtroppo – oppure di trovarla in rete, cosa che consiglio, magari aggiungendo i sottotitoli se non masticate bene l’inglese. Di cosa si parla? Di Hacker. Non solo. Anche Cospirazione e Malattia mentale.
Continue reading

21Gen/15

Philip Dick e il suo alto castello in tv

Amazon, che oramai è diventato un interessante produttore di contenuti audiovisivi, recentemente ai suoi iscritti ha fatto vedere tre puntate pilota, di cui a noi ne interessa solamente una, la più votata. Non è una questione di classifica perché il vincitore è stato The Man in the High Castle. Per chi non amasse il genere fantascientifico diciamo che è tratto da uno dei libri più famosi del genio di Philip K. Dick. Per molti è stato scioccante rendersi conto che l’operazione era già stata fatta, sebbene già da qualche anno si vociferasse di questo tentativo, di mettere in video una delle ucronie più importanti della letteratura (2010 BBC e nel 2013 SyFy). Non è facile mettere in scena un capolavoro della letteratura come questo, perché di letteratura si tratta.
Continue reading

13Set/14

Minority Report sarà una serie tv

Dopo tutte le voci che si sono rincorse pare che la Fox abbia ordinato una puntata pilota per una serie basata sul film Minority Report uscito nel 2002 diretto da Steven Spielberg. Vi ricordate Tom Cruise a capo della Precrimine di Washington? Adesso diventerà un prodotto per il piccolo schermo, con l’assenso del regista e della Paramount, il progetto sarà prodotto dalla stessa Paramount, dalla Amblin Entertainment e della Fox, solo che ci sarà una donna come protagonista. Continue reading