Tag Archives: brand

08Mag/21

Fare Marketing come un amico

A molti già il titolo sembrerà un controsenso, un ossimoro, quasi una bestemmia visto l’immagine e gli stereotipi dei marketers – nel linguaggio comune detti anche con il non simpatico appellativo di “makettari” – però il marketing è ben diverso da quello che uscito fuori dagli anni ’80. Uno dei guru che a me piace moltissimo è Mark Schaefer, l’autore del libro Marketing Rebellion, è già dal titolo capite che il mondo del marketing e della comunicazione non è tutto ordinato e freddo. C’è un fattore umano nel marketing? Di più. C’è un Marketing Umano, definizione che sottolinea come siano importanti le relazioni quando si parla di strategia. Come l’amicizia.
Continua…
08Feb/21

Winx: i pupazzetti magici sono cresciuti. E non si riconoscono

Una volta capitava che i ragazzi si vestissero come i personaggi cha amavano dal mondo dei fumetti, dei libri e della tv, o che giocassero con le loro imitazioni di plastica. Adesso il processo si sta invertendo. Solo la Lego, il gioco infinito, per dirla con un termine di Simon Sinek, guru dell’inspirational martketing, aveva tentato l’operazione, senza all’inizio risultati importanti. Invece le Fate – The Winx Saga sembra proprio che abbiamo fatto centro. Continue reading
07Gen/21

Trump e la verità degli altoparlanti

Anche le cose vere gridate dagli altoparlanti cominciano a suonare come menzogne.” Questa frase è di Leonardo Sciascia, il grande scrittore siciliano. Domani sarà il centenario dalla sua nascita. Mi ha fatto pensare alle urla dei Proud Boys americani, quella banda di sostenitori di Trump, che ieri ha assaltato Capitol Hill mentre avveniva la proclamazione di Joe Biden a presidente degli Stati Uniti dopo le elezioni.
Il mondo è sotto choc. Come non esserlo! Il comportamento di quell’orda di ieri ad alcuni ha ricordato certi militanti della Lega Nord di Pontida. Però i riferimenti storici sono ben diversi.
Continue reading
24Nov/20

Il Covid ci cambierà? Questione di FIDUCIA

“L’incontro di due personalità è come il contatto tra due sostanze chimiche; se c’è una qualche reazione, entrambi ne vengono trasformati.”

Questa frase è di Carl Gustav Jung, padre della psicologia del profondo, una delle personalità che più di tutte ha influenzato il pensiero. E’ una frase che illustra quanto il nostro incontro con la pandemia del Covid ci sta modificando e ci modificherà. Non è una questione di bene o male, come era stato detto all’inizio della prima ondata, dopo la diffusione del motto “andrà tutto bene” del premier Conte, ma qualcosa di molto più profondo. Continue reading

28Ott/20

Perché chi governa odia la cultura?

Il 30 ottobre a Roma di fronte a Montecitorio i lavoratori dello spettacolo manifesteranno viste le disposizioni che impongono la chiusura di cinema e teatri per fermare il contagio del Covid. Eppure i dati dicono che la percentuale di contagiati nei cinema e teatri è prossima allo zero. La protesta però ha radici lontane. Resta l’interrogativo sul perché negli ultimi 20 anni, proprio con il cambio del millennio, chiunque sia andato al governo di questo paese abbia un problema con la cultura e lo spettacolo. Qual è il motivo? Forse da bambini li hanno scartati ad un provino? Continue reading