La Barriera: anche il virus ha la sua distopia

 

Nel 1973 Hollywood produsse un film distopico con interprete Charlton Heston, che raccontava di un mondo devastato da inquinamento e sovrappopolazione, dove la povertà era una condizione sempre più opprimente e la democrazia era sostituita da un regime politico fascistoide sostenuto da poche grande corporation. Nel film recitava per l’ultima volta anche la leggenda di Hollywood Edward G. Robinson. Il titolo era “2022: I Sopravvissuti”. Qualche complottista a vederlo oggi potrebbe pensare che è un destino che si sta avvicinando visto che l’anno che sta per finire verrà ricordato come quello della pandemia, del Covid 19, del grande complotto e chissà quanti altri appellativi gli daranno. Però la serialità è in anticipo visto che abbiamo già una miniserie su una distopia con protagonista un virus.

Continue reading “La Barriera: anche il virus ha la sua distopia”

Share and Enjoy !

Italiano o Spagnolo? Cosa cambia

Italiano o Spagnolo? Cosa cambia

Questa foto ha già fatto il giro del web. Si tratta di una ragazzo, non credo abbia 14 anni, colpito, da una pietra o da un manganello, alla testa, durante lo sciopero europeo di oggi. Per molte ora la foto è girata per il web e veniva riportato che si trattava di un ragazzo italiano. In realtà la foto pare spagnola, presa nelle manifestazioni nel centro di Tarragona. Un'amica mi ha chiesto: spagnolo o italiano cosa cambia? Nella sostanza e nel valore di un gesto vergognoso, anche che fa proprio schifo, nulla! Cambia nelle dinamiche dell'informazione e della gestione del web.
Giornalettismo ha realizzato uno slideshow la vicenda mostrando degli snapshot presi da Facebook. Un ragazzo è sempre un ragazzo, spagnolo o italiano che sia, ha dei diritti, se è minorenne ancora di più, visto che la sua immagine dovrebbe essere tutelata, come sottolinea l'amico Massimo Melica in un post facendo vedere come è stata trattata la foto da Fanpage.it e dall'Huffingtonpost.

Italiano o Spagnolo? Cosa cambia

Adesso che si fa? Si va a cercare chi ha pubblicato per primo la foto del ragazzino dicendo che ha sbagliato? E poi, ci si dimentica del fatto perchè non ci riguarda? Che poi in Italia, ne sono successe, a Roma una ragazzo duranti gli scontri è caduto a terra e gli agenti di polizia hanno continuato a picchiarlo. Io non voglio discutere di ordine pubblico, non ne ho le competenze e tutte le manifestazioni negli ultimi 15 anni che riguardano il fronte antagonista sono finite così. Non mi piace poi la divisione manichea del giusto e dello sbagliato, del chi sta dalla parte dei manifestanti e di chi dalla parte della polizia. Io sono uno di quelli convinti che ci sia sempre qualcuno che dietro tutto questo ha un suo tornaconto, e credo che sia valido anche per chi sul web sta buttando benzina sul fuoco. C'è anche l'ipotesi, che non scarto, che tutto questo sia frutto di pressapochismo e dilettantismo, il che mi preoccupa ancora di più! Se fossi così allora non c'è nulla da fare, siamo di fronte all'esplosione della tossicità, al fatto che chiunque può far scoppiare un incendio e che non abbiamo vigili del fuoco adatti. Forse non abbiamo neanche l'acqua.

Share and Enjoy !

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: