Tag Archives: amc

24Set/15

L’apocalisse zombie è cominciata?

Se fate un giro su Google cercando la parola Krokodil troverete un mare di link che raccontano di questa nuova droga fatta in Russia. Immagini di corpi deturpati, con pelle e carne a brandelli che pende dalle ossa. Si tratta di Desomorfina, molecola sintetizzata nel ventesimo secolo negli Stati Uniti, i cui primi casi di abuso si registrano all’inizio di questo millennio, ma in Siberia. Squarcia la pelle e divora la carne fino a rendere chi la usa come uno zombie. Perché usarla?
Presto andrà in onda la nuova stagione di The Walking Dead e l’Amc ha messo in onda lo spin-off e prequel di questa serie, Fear The Walking Dead. Attualmente ci sono altre serie in circolazione, ma anche la letteratura sta affrontando questo “fantasma dell’immaginario”. Seth Grahame-Smith ha immaginato il libro di Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio in versione zombie, la stessa storia con elementi tipici dell’horror – non temete ne faranno un film. Continue reading

Share and Enjoy !

07Ago/15

L’estate degli Humans

Un’estate strana per le serie televisive, molto strane. Si va da titoli molto forti a cose deboli e ripetitive. Sicuramente parleremo della seconda stagione di True Detective, davvero notevole per il cambiamento effetuato, non più ambientazione fra Lovecraft e Poe, ma uno splendido hard boiled sentimentale, un Ellroy modificato. Mr. Robot, da alcuni definita la serie sugli hacker, anche se a me sembra che il focus sia la paranoia, prodotto di alto livello di, trasmessa da Usa Network, la stessa di American Crime, altro prodotto molto alto. Poi c’è Humans. Humans è una cosa strana per vari motivi. Prima di tutto Humans è un remake, ispirato da una produzione scandinava, Akta Manniskor, che significa Real Humans. I due titoli già non combaciano. Forse. Continue reading

Share and Enjoy !

03Lug/14

The Killing : finalmente la fine

Netflix-The-Killing

Arriva la quarta è ultima stagione di The Killing, finalmente anche questa bella serie crime-noir ha trovato una degna casa per la sua conclusione: Netflix. Non ha avuto una vita facile. All’inizio si trattava di un remake da una serie originale danese, Forbrydelsen, che aveva fatto tanto parlare bene i critici ed il pubblico. La Fox decise di realizzarne una versione per il mercato americano, ma il viso di Mireille Enos diede qualcosa in più alla storia. E Seattle non fece rimpiangere lo scenario nordeuropeo. Anzi. Continue reading

Share and Enjoy !