Informazione o Narrazione?

“I servizi trasmessi in tv e gli articoli pubblicati sulla maggior parte dei giornali sono quasi tutti di stampo ideologico. I cittadini sanno poco o niente di quello che accade in altre zone del paese e a volte perfino nella loro regione.”
Anna Stepanovna Politkovskaja
“Oggi i media si muovono in branchi, come pecore in gregge; non possono spostarsi separatamente. Per questo, su tutto ciò che viene riportato, leggiamo e ascoltiamo gli stessi resoconti, le stesse notizie.”
Ryszard Kapucinsky

“Se la televisione è in grado solo di comunicarci un’informazione manichea, dove noi e gli alleati siamo buoni, e il resto del mondo cattivo, la fiction ci incarica di reintrodurre in televisione il complotto, la complessità, la critica.”

Carlo Freccero

L’informazione può dirci tutto. Ha tutte le risposte. Ma sono risposte a domande che non abbiamo mai posto, e che certamente non si pongono nemmeno.
Jean Baudrillard

L’informazione è costantemente usata per provocare attenzione, brividi ed eccitazione: il risultato è una situazione emotiva generale che provoca una montante esigenza di catarsi.
Marshall McLuhan
Pochi piccoli pensieri come l’INFORMAZIONE stesso sia qualcosa di morto e legato solamente a Google Maps e a cosa di questo tipo.
Viviamo in un mondo di NARRAZIONI dove la creazione dei SANTI e dei NEMICI.
NARRAZIONI anche fatte abbastanza male e si vede.
Per nostra fortuna c’è chi prova a spiegare come avvengono i fatti, perché se le informazioni sono i fatti allora anche l’elenco delle partite di una giornata sportiva è informazione.
La comprensione di quello che succede è un’altra cosa, ma purtroppo moltissimi preferiscono titoli ad effetto. (tanto leggere è una roba da brutta gente)