Category Archives: social media

23Apr/21

Passeggiata #1 La Parola

Ogni tanto a tutti quanti prende la voglia di camminare, di fare una bella passeggiata. Certo la questione covid ha limitato questa possibilità, però secondo me se uno vuole il mondo camminare lo trova. Magari con la parola.
Da un po’ avevo preso l’abitudine di farlo sul mio profilo FB. Però si può sempre fare di più. Anche perché camminare è camminare e anche molto di più. Una passeggiata vuole dire molto.

Camminare è lasciare con un piede la terra e con l’altro tenere l’ancora. Camminando ci avvicendiamo tra terra e cielo. Ogni passo che si stacca da terra ci mette in contatto con gli innumerevoli distacchi della nostra vita.
Continue reading

04Feb/21

Le legioni d’imbecilli e l’Infodemia

E ci risiamo! Siamo di nuovo alle Legioni di imbecilli che pare siano creati dai social come fossimo dentro un videogioco RPG. Se Umberto Eco fosse vivo – magari – per tutte le volte che è stato nominato per questa sentenza gli sarebbero scoppiate le orecchie e sarebbe diventato l’uomo più ricco del sistema solare per i diritti d’autore da versargli!  Intanto la comunicazione politica, soprattutto quella degli uomini politici, dei rappresentanti dei rappresentati è arrivata davvero ai  minimi termini. Si naviga in un mare di frasi fatti e slogan senza un minimo di costrutto che sembrano venir fuori dai peggiori imbonitori di mountain bike con cambio a 30 rapporti del millennio scorso! Ultima quella che ha visto protagonista alcune sere fa l’ex ministro Bellanova  scatenando proteste da molti utenti di Twitter.

Continue reading

24Nov/20

Il Covid ci cambierà? Questione di FIDUCIA

“L’incontro di due personalità è come il contatto tra due sostanze chimiche; se c’è una qualche reazione, entrambi ne vengono trasformati.”

Questa frase è di Carl Gustav Jung, padre della psicologia del profondo, una delle personalità che più di tutte ha influenzato il pensiero. E’ una frase che illustra quanto il nostro incontro con la pandemia del Covid ci sta modificando e ci modificherà. Non è una questione di bene o male, come era stato detto all’inizio della prima ondata, dopo la diffusione del motto “andrà tutto bene” del premier Conte, ma qualcosa di molto più profondo. Continue reading

11Nov/20

Arriva Parler: il social del diritto all’hate speech

Subito dopo la sconfitta di Donald Trump alla presidenziali, questa è stata l’app più scaricate per smartphone Apple e Android. Parler sta scalando le vette dei social in USA, soprattutto negli ambienti legati al Partito Repubblicano, ai sostenitori di Donald “Ho Vinto io” Trump, e all’ultradestra. Il motivo di questo grande successo starebbe nell’essere “senza censura”. O forse nel poter parlare male ed insultare di chiunque non lo pensi come te. Continue reading
01Nov/20

Esiste una dipendenza da Social? C’è molto di più

Ogni tanto questo tema si ripropone in ogni rivista e talk show di qualsiasi livello. Alcuni lo fanno per un sano interesse, altri, che lavorano in altri media, vogliono solo capire come si fa a rendere dipendenti le persone.
Eppure è vero che un post su un social rilascia una scarica di dopamina. Come l’alcol o le altre sostanze che generano dipendenza. Però il nodo non è questo. Questa è sempre solo l’apparenza. Continue reading