The honorable woman: L’alternativa a l’Oriana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stasera su Sky Atlantic andrà in onda la prima puntata della miniserie prdotta dalla BBC The Honourable Woman, con Maggie Gyllenhaal. interpretazione che gli è valsa il Golden Globe all’ultima edizione. La serie è bella, complessa, andrebbe vista per avere un punto di vista diverso sui rapporti in medio – oriente e la questione israelopalestinese. Andrebbe vista anche da chi vuole un’alternativa a L’Oriana, il biopic con Vittoria Puccini sulla vita di Oriana Fallaci. Mi sono bastati 15 minuti per passare oltre, ma non voglio giudicare, né tanto meno parlare di un personaggio come la Fallaci che oggi viene di nuovo osannato in aria pericolo-Isis. Vi ripropongo il post scritto su The Honorable Woman e vi consiglio di guardalo, poi magari mi fate sapere. Continua a leggere

Share and Enjoy !

The Honourable Woman è troppo per tornare

Con la fine dell’estate giungono al termine anche delle miniserie programmate per questo periodo, come questo prodotto, realizzato dalla BBC. The Honourable Woman è sicuramente uno dei prodotti migliori del 2014, nonostante l’anno non sia ancora finito. Non tornerà, non ci sarà una seconda stagione per Maggie Gyllenhaal (nella foto), che ha dimostrato ancora una volta il suo talento d’attrice, la escluso categoricamente il suo deus ex-machina Hugo Blick. E’ un peccato, però The Honourable Woman è troppo. Continua a leggere

Share and Enjoy !

The honourable woman: E la BBC va in Medio Oriente

the-honourable-woman-h1-620x330

Capita di imbattersi in delle sorprese nella tv estiva, se poi sei una persona che traffica con quelle straniere può essere frequente. Ieri sera ho visto il primo episodio di una miniserie inglese, targata BBC, che ultimamente è tornata ad essere una garanzia. The Honourable Woman è una storia sui rapporti fra Gran Bretagna e Medio Oriente, precisamente Israele e Palestina, il conflitto. E’ una spy story, ma non è Homeland, anzi sembra abbastanza lontana, è ci sono due volti conosciuti come Maggie Gyllenhaal (Hysteria, Il cavaliere oscuro, Secretary), una sorta di icona del cinema indie mondiale, e Stephen Rea (Utopia, V for Vendetta, La moglie del soldato), attore eccellente che ha il viso che sembra un letto sfatto ma con grande classe. Ecco il trailer. Se avete la pazienza di andare avanti. Continua a leggere

Share and Enjoy !