Tag Archives: serietv

27Apr/20

Unorthodox: la storia di Esty conquista pubblica e critica

NON SIAMO IN UNA DISTOPIA

Lo diciamo subito in maniera diretta e senza troppi giri di parole: Unorthodox, la miniserie di Netflix, è uno dei titoli non dell’anno, ma degli ultimi anni. Per il suo impatto e per l’argomento, una storia di liberazione del mondo femminile è paragonabile alla distopia di Margareth Atwood, Il Racconto dell’Ancella, con una piccola banale differenza, che questa è tratta da una storia vera. Le vicende sono raccontate nel libro “Ortodossa – Il Rifiuto Scandaloso delle mie Radici Chassidice” scritto da Deborah Feldman, giovane donna, nata nel 1986, cresciuta dai nonni nella comunità ultraortodossa di Williamsburg, area urbana di New York, presso Brooklyn, uno dei “five boroughs”, da noi famoso per la gomma del ponte. Primo grande merito di Unorthodox è quello di scardinare un luogo comune pesante e ripetuto come un ritornello trentennale, forte e convincente per molti dal 1990, anno della Prima Guerra del Golfo in Iraq, che pone l’equivalenza fra l’ortodossia religiosa e repressiva con Islam. Qui siamo in mezzo alla comunità ultraortodossa ebraica. Corollario di questo luogo comune è che ortodossia sia frutto di condizioni di povertà estreme – la famosa narrazione del “sono povera gente, non possono studiare”. Continue reading

Share and Enjoy !

22Apr/16

BBC Thirteen: l’età di una scomparsa

Thirteen non è il film del 2003. Thirteen è una miniserie targata BBC. Siamo a Bristol, città famosa per una lunga tradizionale musicale, dal reggae al trip-hop, dove scompare una ragazza di 13 anni. E 13 anni dopo la vediamo uscire da una casa a due piani con la porta rossa, precipitarsi in strada, chiamare aiuto e finalmente essere recuperata dalla polizia. La ragazza si chiama Ivy Moxam, ora ha 26 anni e finalmente può tornare nella sua famiglia! Sicuri? La storia ricorda quella dell’austriaca Natascha Kampusch, che fu segregata per oltre otto anni dal proprio rapitore, però c’è molto altro. Continue reading

Share and Enjoy !

20Apr/16

The Night Manager: una gran bella storia di spie

Da stasera su Sky Atlantic HD si potrà vedere The Night Manager, ultima miniserie tv tratta da un bestseller di John Le Carrè. Siamo riusciti a vedere l’anteprima dell’episodio numero uno solo con poche ore di anticipo rispetto alla messa in onda e siamo stati favorevolmente colpiti. La produzione è BBC, realizzata dalla Ink Factory, società dei figli di Le Carrè che sono stati molto attenti all’adattamento contemporaneo visto che il libro omonimo è del 1993. Grandissimo trio di attori: Tom Hiddleston, il Loki fratello malvagio di Thor nei film della Marvel, Hugh Laurie, il Dr. House che qui interpreta un gran villain e Olivia Colman, il sergente Ellie Miller di Broadchurch. Se non bastasse alla regia c’è Susanne Bier, danese e vincitrice dell’Oscar nel 2011 per In un mondo migliore.

Continue reading

Share and Enjoy !

06Apr/16

Il delitto perfetto e le sue regole: How to get way with murder

Annalise Keating torna sullo schermo. E con lei ritornano i misteri, i colpi di scena, i casi lavorativi, i dilemmi etici e soprattutto i tanti dubbi che attanagliano le vicende dell’avvocato – insegnante di diritto penale e dei suoi Keating Five, ovvero i cinque migliori studenti del corso che lavorano nel suo studio legale. Dopo una prima stagione molto coinvolgente e carica di suspense narrativa e momenti topic anche la seconda stagione del thriller giudiziario “How to get away with murder” (conclusa da poco in America) non ha deluso le aspettative. Anzi. Continue reading

Share and Enjoy !

11Mar/16

Contro Trump votate Underwood!

Frank Underwood è sicuramente un candidato alle presidenziali americane 2016 più credibile rispetto a Donald Trump, come lo sarebbe la first lady Claire Underwood rispetto a Hillary Clinton. Attenzione non sto parlando di due grandi attori come Kevin Spacey e Robin Wright, ma proprio dei due personaggi usciti fuori dalla serie tv House of cards imperniata sulle vite della coppia presidenziale, gli Underwood, in crisi dalla fine della terza stagione, e ora separata in casa. Diciamo così. La quarta stagione è cominciata. Promette bene, ma ho imparato a diffidare delle promesse, come di certi articoli che tentano di mettere in cattiva luce la serialità televisiva. Continue reading

Share and Enjoy !