Tag Archives: seo

20Ott/20

Digital Marketing? E che ci vuole! Certo, Certo…

Il titolo di questo post traduce un’idea, per fortuna sempre meno comune, di chi praticamente crede che il digital marketing sia una cosetta da niente. Neanche una di quelle cose inventate dai “poteri forti”, magari! In quel caso infatti ci sarebbe un riconoscimento da parte dei complottisti. Invece per alcuni il digital marketing è una cosetta semplice, un affare che si traduce in mettere qualche foto ogni tanto, come fanno tutti nel mondo!
Già. Peccato che sia un insieme di discipline a cui sono dedicati corsi di laurea e master post-lauream, corsi aggiornamento e perfezionamento in tutto il mondo, da Aarhus in Danimarca a Zurigo in Svizzera!
Magari ci sarà un motivo! Per curiosità diamo uno sguardo a quello che serve sapere di base per occuparsi di Digital Marketing. Continue reading

Share and Enjoy !

02Ott/20

Influencer Marketing: Chiara Ferragni o Alessandro Barbero?

“Dottore Dottore, ho l’influencer! ”
Potrebbe dire così un ipotetico Catarella del marketing in uno dei temi più gettonati ed inflazionati del marketing. Purtroppo c’è molta confusione in circolazione e siamo tornati a sovrapporre il le caratteristiche dell’influencer con quelle del testimonial, che invece era più tipico delle logiche dell’advertising televisivo. Certamente tutti sanno chi è Chiara Ferragni, anche perché è spesso protagonista del gossip e anche delle cronache per delle ridicole accuse di blasfemia. Però non è lei il prototipo dell’influencer. Se io vi dicessi che sui social c’è un professore, che parla di storia, che scrive libri, che è pure un intellettuale, è che ha un seguito fortissimo, ci credereste? Alessandro Barbero è proprio questo! Continue reading

Share and Enjoy !

Proust era un neuroscienziato

Nel 2007 John Lehrer diede alle stampe un saggio dal titolo intrigante e provocatorio: Proust era un neuroscienziato. L’autore è un giovane saggista statunitense, nato nel 1981, laureato alla Columbia University di New York, e scrive di psicologia e neuroscienze, occupandosi specialmente dei rapporti tra la scienza e le discipline umanistiche, una branca del sapere che ha sempre interessato anche il sottoscritto. L’autore nel libro mette in relazione le neuroscienze con l’arte e la letteratura e, in una sintesi tra cultura umanistica e cultura scientifica, analizza l’opera e le intuizioni di alcuni artisti, argomentando l’idea che la scienza non è l’unica via possibile per la conoscenza. Nel capitolo su Proust, Lehrer fa riferimento a uno studio del 2002 pubblicato da Rachel Herz, una neuropsicologa della Brown University, secondo cui il gusto e l’olfatto sono in collegamento diretto con l’ippocampo, che svolge un ruolo importante nella memorizzazione, e i due sensi hanno un ruolo importante sia nella formazione dei ricordi che nella loro evocazione. Continue reading

Share and Enjoy !