Hunters: Come fai a non odiare i nazisti?

HUNTERS: Questione di Storia e di Storie

Nel bel thriller Yeruldelgger, Morte nella steppa, scritto dall’autore francese d’origine armena, Ian Manook (non lo conoscevo e devo ringraziare gli amici di Twitter @Superetero e @MenorraPiccicud per averlo portato alla mia attenzione),  ad un certo punto proprio il commissario Yeruldegger parlando con la sua sottoposta l’agenda Oyun, si chiede come lì in Mongolia, ci possa essere un gruppo neonazista che inneggia a Hitler, dopo i 6 milioni di morti dell’olocausto. L’agente gli dice perchè quella non è la nostra storia, non lo conosciamo, ma quei morti non valgono meno dei 40 milioni del regime staliniano e dei cento di quello di Mao, o del milione morto nel recente genocidio del Ruanda fra Hutu e Tutsi. Quanti olocausti ci sono stati? Di quanti massacri la storia è composta? Questa breve premessa mi serve per introdurre la serie di cui voglio parlarvi questa settimana, Hunters, in onda su Amazon Prime, che ha nel suo cast un big come Al Pacino nel ruolo del co-protagonista. Continua a leggere

Share and Enjoy !

Vinyl: supereroi senza mantello

Ieri sera è andata in onda su Sky Atlantic la prima puntata di Vinyl, la serie tv HBO prodotta dal Mick Jagger e Martin Scorsese. Il primo episodio di Vinyl è un pilota lungo e corposo che rasenta le due ore, diretto dallo stesso Scorsese e scritto da Terence Winter, con l’aiuto, sempre di Scorsese e Jagger. E’ un triangolo strano quello con Scorsese, Jagger e Winter, un triangolo dove il regista è la punta che unisce lo sceneggiatore e l’icona del rock per un progetto ambizioso, molto. Com’è il pilota? Bello e c’è da dire e ancora da vedere. Continua a leggere

Share and Enjoy !