River: poliziotti e fantasmi

Su Netflix. Si, lui è John River, poliziotto inglese, con oramai una certa maturità e protagonista dell’omonimo River, poliziesco in 6 parti con un gran bel cast, primo fra tutti proprio lo svedese Stellan Skarsgard, diventato famoso con Le onde del destino di Lars Von Trier, ma che oramai brilla fra l’Europa e Hollywood, recitando anche nei film Marvel. La vera protagonista però è la scrittura di Abi Morgan, sceneggiatrice di successo di cui possiamo citare The Iron Lady, sulla vita della Thatcher, Suffraggette e anche Shame, il film scandalo di Steve McQueen con Micheal Fassbender. C’è un particolare che però mi suona strano, un’influenza italiana, anche se non dichiarata: credo che Abi Morgan abbia letto le storie del Commissario Ricciardi scritte da Maurizio De Giovanni. C’è tanta carne al fuoco. Continua a leggere

Tre serie tv da non guardare

Di solito io parlo di serie tv, essenzialmente di quelle, che mi sono piaciute, che ritengo buone e che credo possano piacere a chi segue questo blog o comunque le serie tv straniere. Recentemente ne sono uscite molte nuove ed è ora che scriva, anche in breve, di quelle brutte e che comunque è meglio lasciar perdere. Le metto insieme: Tatau, Stitchers e Between. Se poi volete guardarle e non vi piaceranno non venite a piangere qui, Orson vi aveva avvertito.
Continua a leggere