La dittatura della nostalgia

Io ho paura dei nostalgici. Io ho paura di chi fa del sentimento della nostalgia un’ideologia e un programma politico.
Si tratta di una tipica evoluzione del pensiero che avviene andando avanti con gli anni, ma ora vediamo truppe di giovani pronte e armate a favore dell’ideale della nostalgia. Il grande poeta e scrittore portoghese Fernando Pessoa scrisse: Non c’è nostalgia più dolorosa di quella delle cose che non sono mai state!

Continua a leggere

Cosa da soap-opera. Di Letteratura

 

 

 

Questa è una storia vera, anche se sembra un romanzo, anche se al centro ci sono degli artisti, anzi dei veri e propri geni, riconosciuti da tutti. Nel tempo. La donna, anzi la ragazza, che vedete nella foto è Oona O’Neill, figlia del drammaturgo americano Eugene O’Neill, quello che scrisse Il lutto si addice ad Elettra nel 1936 e prima, nel 1920 Strano Interludio. Ha scritto tanto, ha vinto alcuni pulitzer ed è ancora l’unico drammaturgo americano ad aver vinto il Nobel nel 1936. E’ stato un pessimo padre. Ci interessa questo? Forse Continua a leggere

L’errore di Einaudi, il marketing e John Fante

 

Quello che vedete nella foto qui sopra è una foto triplicata di John Fante. Per chi ancora non lo conoscesse, ma spero che almeno la vicenda della copertina sbagliata sia servita a colmare questa lacuna, è stato uno scrittore italo-americano, che trae le sue origini da due regioni, belle, ma di cui si sente parlare poco, l’Abruzzo e la Lucania – si io la chiamo così e non Basilicata – a parte per Matera capitale della cultura. E’ successo che Einaudi ha pubblicato un volume con le sue Lettere 1932 -1981, ma in copertina ha sbagliato la foto. Continua a leggere