Emmy 2017: hanno vinto le donne. E le storie!

In questa bellissima foto vediamo Elisabeth Moss che abbraccia Margareth Atwood, autrice della splendida distopia Il Racconto dell’Ancella, pubblicato in italiano da Ponte alle Grazie.
Hanno vinto le donne. Hanno vinto le storie. Hanno vinto i libri trasformati in serie tv. È stata la serata di Nicole Kidman e di Big Little Lies e soprattutto è stata la notte di The Handmaid’s Tale e di Elisabeth Moss che, dopo nove nomination, finalmente è riuscita a portare a casa il premio per Miglior attrice in una serie drama. Sono stati loro a dominare la sessantanovesima edizione degli Emmy Awards. E se Big Little Lies (HBO) e The Handmaid’s Tale (Hulu e primo servizio in streaming a vincere il premio di miglior serie) hanno portato a casa ogni premio possibile e immaginabile, invece, sono rimasti a mani vuote prodotti Continua a leggere

Share and Enjoy !

The Handmaid’s Tale: la distopia migliore

elizabeth moss

Elisabeth Moss è da premio.
Senza se e senza ma!

Ci vuole coraggio per realizzare una distopia? Si e questo è l’anno delle distopie. Però, The Handmaid’s Tale è la migliore. Finora. Tratto dal romando di Margaret Atwood, scrittrice canadese, del 1985, The Handmaid’s Tale, tradotto in italiano come Il racconto dell’ancella, è una storia che racconta di un mondo, Gilead, ovvero gli ex USA, dove le donne sono ridotte a macchine di riproduzione. Una società iper – maschilista, governata dai comandanti, una tipologia che rimanda ai colonnelli greci. Una grande scrittura, compresa la stessa Atwood nel gruppo, un cast straordinario per una serie densa e davvero bella. La serie è prodotta da Hulu.

Continua a leggere

Share and Enjoy !