Big Little Lies: Hbo e le dive

Big Little LiesVite all’apparenze perfette dietro alle quali si nascondono insicurezze. Insoddisfazioni, infelicità e soprattutto dolore. Fisico e psicologico. L’ultima serie targata HBO, che il prossimo 15 marzo partirà anche in Italia su Sky Atlantic, prende il nome di Big Little Lies. Una miniserie di sette puntate partita, nelle scorse settimane, negli Stati Uniti e che si prepara ad essere una delle serie protagoniste dell’anno. Composta da un cast d’eccezione e diretta dal regista canadese Jean Marc Vallè che ha guidato gli acclamati film Dallas Buyers Club (oscar a  Matthew Mcconaughey e Jared Leto) e Wild (con le candidature di Reese Witherspoon e Laura Dern che ritroviamo proprio nella serie). Big Little Lies è tratto dal libro di Liane Moriarty ed è stata creata da David E. Kelly e racconta la storia di tre donne: Madeline (Reese Witherspoon), Celeste (Nicole Kidman) e Jane(Shailene Woodley). Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Satellite Award: più vicini agli Oscar

%image_alt%

Dopo le nominations per gli Indipendent Spirit Awards arrivano anche quelle dei Satellite Award 2017. Si avvicinano le cerimonie di premiazione per i film e le serie tv che stanno segnando il 2016 e arrivano forti indicazioni su molte produzioni che, da qui alle prossime settimane, saranno proiettate nei nostri cinema. Il Satellite Award è il premio che viene assegnato da oltre 200 giornalisti che fanno parte della International Press Academy e, avvicinano alla notte degli Oscar. Quest’anno le candidature sono tutte di livello: basta pensare che la categoria del miglior attore e della migliore attrice protagonista in un film è stata estesa a otto contendenti. E tra i film che stanno riscuotendo sempre più attenzioni dalla critica e hanno già iniziato a raccogliere premi importanti troviamo Moonlight, Manchester by the Sea, La La Land (nella foto). Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

The night of: John Turturro

%image_alt%

John Turturro, uno degli attori più talentuosi del cinema americano, ha fatto poca televisione nella sua carriera, quindi trovarlo protagonista di una minserie come The night of è stata una bella scoperta. Mettiamoci pure che la serie è prodotta dall’HBO, che quindi non fa solamente Il Trono di Spade e simili e che presto sarà possibile vederla su Sky. Va detto che si tratta di un gran bel prodotto, che oltre Turturro vede un talento come Riz Ahmed, che interpreta il protagonista Naz, e Micheal Kenneth Williams, uno che avrete sicuramente visto al cinema e in tv. C’è tanto da dire su questa miniserie, che segna definitivamente il trionfo dell’Anthology come macrogenere. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Che ne sarà di Game of Thrones? O che ne resta

 

Anche qui torniamo a parlare di Game of Thrones, o per brevità GOT, serie tv oramai solo ispirata al ciclo dei romanzi di George R.R. Martin, Le cronache del ghiaccio e del fuoco, romanzi che ho avidamente letto e che non sono ancora finiti – capito Giorgino!?!
Già dalla terza stagione avevo visto delle crepe in GOT – belle profonde – sopratutto nella struttura, ne avevo parlato, ma ero stato tacciato di essere incontentabile  che volessi boicottare il progetto – non credo di essere un blogger così potente e meno che mai un tycoon dei media. Sta di fatto che dopo ci sono state due stagioni disastrose (quarta e quinta) soprattutto sempre più lontane dai romanzi. Questa, la sesta stagione, è la prima dove il ciclo dei romanzi vieni del tutto abbandonato, il corso degli eventi è totalmente inventato. E allora?
Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Vinyl: supereroi senza mantello

Ieri sera è andata in onda su Sky Atlantic la prima puntata di Vinyl, la serie tv HBO prodotta dal Mick Jagger e Martin Scorsese. Il primo episodio di Vinyl è un pilota lungo e corposo che rasenta le due ore, diretto dallo stesso Scorsese e scritto da Terence Winter, con l’aiuto, sempre di Scorsese e Jagger. E’ un triangolo strano quello con Scorsese, Jagger e Winter, un triangolo dove il regista è la punta che unisce lo sceneggiatore e l’icona del rock per un progetto ambizioso, molto. Com’è il pilota? Bello e c’è da dire e ancora da vedere. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0