Picard è tornato: Attivare!

Ci sono uomini che entrano dalla porta principale del nostro immaginario urlando e strepitando, spesso come sono entrati se ne vanno senza colpo ferire. Ce ne sono alcuni invece che entrano piano, in sottofondo e credo che siano presenze di passaggio, che non lasceranno tracce e che alla fine ti scorderai di loro. Invece il tempo passa e loro restano con te, ti fanno compagnia, i loro modi di fare sono diventati non solo accettabili, ma sempre più piacevoli, a volte addirittura materia su cui scherzare e ti ritrovare a dire a chi guida l’auto accanto a te “Attivare” invece di “Vai” credendo di essere lui, Jean Luc Picard, il capitano di Star Trek – The Next Generation. E’ tornato con una serie che non poteva che chiamarsi in un modo: Picard! Continua a leggere

Share and Enjoy !

Altered Carbon: che futuro avrà l’uomo? e le serie tv?

Altereb carbon

La fantascienza è un genere forte?

Dopo aver parlato di una buona prova italiana torniamo a gustarci una produzione estera. Torniamo su Netflix, che oramai nel paese ha fatto parecchi proseliti, si ragiona su un numero che ha superato il milione di sottoscrizioni prima dell’inizio di quest’anno. Un ottimo risultato, contando che il valore aggiunto principale e la non necessità di una tecnologia come l’antenna parabolica, che invece serve per un abbonamento a Sky. Ora Netflix ha mandato in onda la sua prima produzione in stile Sci Fi, praticamente fantascienza, anche se per essere precisi, si tratta di una fantascienza poco tradizionale, non proprio cyberpunk, ma molto vicina a questo genere. Continua a leggere

Share and Enjoy !

Da Black Mirror alla periferia

Volevo fare dei post separati, ma leggendo un post su Carmilla online ho deciso di fare un pacco unico. Di carne al fuoco ce n’è tanta, ma cerchiamo di rimanere nell’ordine – almeno per un po’. E’ arrivato lo special natalizio della seconda stagione di Black Mirror, mentre aspettiamo, ora con più impazienza la terza, il titolo è White Christmas e vanta come protagonista Jon Hamm, ovvero il Don Draper di Mad Men. Diciamolo subito Charlie Brooker ha colpito ancora, lo special è qualcosa di molto valido nel panorama televisivo, dimostrando come Black Mirror, di cui ho parlato nel 2013, sia un pezzo di quella British TV Reinassance. Ma non c’è solo questo. Continua a leggere

Share and Enjoy !