#5Aprile: Il desiderio di Guerra ci ucciderà più della pandemia

IPOCRISIA, GUERRA E RELIGIONE

BIANI

Io non ho paura della religione, ho paura di chi usa la religione, come Matteo Salvini della Lega Nord che prima prega in diretta tv da Barbara D’Urso, cercando vergognosamente di fare l’audience di papa Francesco, e poi dice che la scienza da sola non basta e serve riaprire le chiese per “affidarsi al cuore immacolato di Maria”. Sembrare voler essere “più realista del re e più papista del papa”, espressione storica attribuita ad Adophe Thiers, durante il Congresso di Vienna del 1814, che voleva il ritorno ad una monarchia assoluta più forte di quella precedente la rivoluzione francese del 1789. Ho sempre paura di Salvini e di tutti quelli come lui che prima elogiano i medici e gli infermieri sempre in tv, poi, sciacalli senza un minimo di pudore, sono i primi firmatari di un emendamento al CURA ITALIA del governo Conte, che avrebbe fatto ricadere su di loro tutte le azioni e gli avvenimenti successi durante la gestione del coronavirus!
Per fortuna questo scempio è stato fermato in tempo. Eppure la voglia di un nemico è sempre più grande. Continua a leggere

Share and Enjoy !

#3Aprile Fake News e Cacciatori di Fake News

Le Fake News sono un problema

Ci sono alcuni che dicono che le fake news stanno aumentando, come un virus in crescita esponenziale, e che non si possono fermare! Forse è così. O forse qualcuno se ne è accorto solamente adesso mentre prima c’erano lo stesso. Per non parlare di quelli che in epoca di pandemia hanno aggiornato il loro piccolo vocabolario al punto che, caso strano, trovi sempre una parola: GUERRA (Proprio su questo invito a leggere questo bellissimo articolo di Annamaria Testa). Continua a leggere

Share and Enjoy !

“La mia droga si chiama Fake News”

Welcome to ParanoidLand

Il titolo del foglietto di oggi in questa nuova domenica di lockdown da CoVid 19 è la parafrasi di Truffaut del 1969 con Jean-Paul Belmondo. Purtroppo però le fake news diventano un problema sempre più serio e sempre più diffuso.
Ieri siamo passati prima per la Palombelli che ipotizzava che la forte diffusione del coronavirus e la seguente mortalità fosse dovuto al carattere operoso e ligio al lavoro dei lombardi, praticamente sottintendendo che i “terroni” e “cafoni” del meridione sono salvi! Razzismo da pandemia. Poi ieri sera il prof. Cottarelli ed altri illustri economisti hanno dovuto smentire un’altra bufala davvero pericolosa: quella che se l’Italia avesse ottenuto dilazioni e prestiti dal MES (Meccanismo Economico di Stabilità) allora Francia e Germania potevano fare un prelievo forzoso direttamente dai conti bancari degli italiani. FALSO FALSO FALSO! Eppure è circolata. Continua a leggere

Share and Enjoy !