Sherlock: l’investigatore se ne va. Sicuri?

Mai come stavolta c’è stata una stagione corale per Sherlock, in foto ci sono i tre protagonisti: Cumberbatch come Sherlock, Freeman come Watson e Mark Gatiss, che è anche uno degli ideatori e sceneggiator insieme a Steven Moffat, come Mycroft. Per non parlare dei personaggi ricorrenti, come Amanda Abbington nei panni della signora Watson, o di Andrew Scott, l’eterno cattivo Jim Moriarty. C’erano tutti. C’era anche una scrittura protagonista che ha reso la stagione diversa dalle altre, concependola come un unico episodio con tante sorprese, prima fra tutte l’apparizione di Eurus, la sorella degli Holmes. Alla fine però si ha la sensazione di essere alla fine con un bellissimo sapore di conclusione. Insomma Sherlock si congeda. Ma sul serio? Continua a leggere

Share and Enjoy !

Sherlock: che amaro ritorno!

La foto che vedete restituisce il cast al completo della quarta stagione di Sherlock, la serie tv che la BBC produce tratta dal personaggio creato dalla penna di sir Arthur Conan Doyle e che ha le sembianze di Benedict Cumberbatch, mentre il dr. Watson è interpretato da Martin Freeman, già visto come protagonista della prima stagione di Fargo. Confessiamo l’assoluta partigianeria di due membri del nostro team, divisi fra l’amore per gli attori e per gli autori, cioè Steven Moffat, che è il padre del moderno Doctor Who, e di Mark Gatiss, che nella serie veste anche i panni di Mycroft Holmes, fratello dell’investigatore più famoso d’Inghilterra e alto membro dei servizi britannici.
Ho letto molte recensioni, l’unico a parlarne male è un italiano che scrive per un quotidiano online con la K, non lo citerò, perché per me questo episodio segue la tradizione della serie: è bello. Continua a leggere

Share and Enjoy !

Ripper Street: Goodbye Inspector Reed

Addio Ispettore Reed. Lo dico da fan con un filo di malinconia per una serie che per cinque stagioni ci ha regalato veramente grandi emozioni. Soprattutto perché la BBC voleva chiuderla dopo due stagioni. Motivo? Bassi ascolti? No, ascolti sotto le previsioni. E non di molto.
Eppure la serie è andata avanti grazie all’impegno dei fan che hanno inondato i produttori inglesi di email e lettere in cui protestavano contro la decisione di chiudere Ripper Street. Furono raccolte 40.000 firme autentiche – altro che post verità – e la cosa suscitò l’interesse di un grande operatore dei media: Amazon. Grazie ad Amazon video sono state prodotte tre belle stagioni in più. Cos’è Ripper Street? Un poliziesco, un period drama e molto di più. Continua a leggere

Share and Enjoy !

Donne nelle serie: L’anno delle regine

%image_alt%

C’è stata la Brexit, termine facile con cui si descrive il referendum che ha portato la Gran Bretagna, al di fuori dell’Unione Europea. Il 2016 però è stato anche l’anno in cui la tv britannica ha mandata in onda due miniserie sulle sue regine più amate: Victoria, sull’omonima regina, e The Crown, che racconta il regno di Elisabetta II. Con questo post continuiamo il viaggio di questo blog nelle figure femminili della serialità. Lasciamo gli Stati Uniti per arrivare in’Europa e capire come si raccontano due donne che hanno segnato la storia, lo stile e l’immaginario. Due serie che hanno a che fare con Doctor Who.

Continua a leggere

Share and Enjoy !

Orphan Black: prepariamoci al gran finale!

Qui siamo sempre stati fan di Orphan Black, dal primo episodio. A Bruno Apicella il compito di guidarci nel giudizio di questa quarta stagione, forse una delle migliori. 

È una delle serie tv più amate e sicuramente più interessanti degli ultimi anni. Parliamo di Orphan Black, la produzione Bbc America, giunta alla sua quarta stagione e che, nel 2017, chiuderà con una quinta e ultima serie di dieci episodi. È una storia particolare e con una trama molto coinvolgente quella che gli ideatori Graeme Manson e John Fawcett sono riusciti a costruire creando un bacino molto vasto di affezionati al prodotto che in Italia può essere visibile anche sulla piattaforma Netflix. Continua a leggere

Share and Enjoy !