#24 Marzo 1944 – Ricordare è sempre un dovere

NON POSSIAMO DIMENTICARE NON POSSIAMO SOTTRARCI DAL RICORDO

 

La guerra è ciò che accade quando il linguaggio fallisce.
(Margaret Atwood)

 

Sono passati 76 anni, ma non si può dimenticare, mai.
Questo post è dedicato soprattutto a chi ha detto che “meglio la guerra di questa pandemia”.
Non scuotete la testa perché ci sono. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Golden Globe 2018: e se poi vincesse Oprah?

elisabeth moss

Anno nuovo, premio nuovo. Così potrei intotalare questo pezzo che racconta alcune parti dell’edizione 2018 dei Golden Globe, il primo premio di ogni anno dello spettacolo. Si tratta di un riconoscimento assegnato dalla stampa estera negli Stati Uniti e insieme agli Oscar e agli Emmy costituisce la triade dei premi più importanti del mondo dello spettacolo americano. Quest’anno c’è stata parecchia carne al fuoco. A cominciare dal look in total black delle donne sul palco, come protesta per la vicenda che delle molestie sessuali (molta ironia su Harvey Weinstein e Kevin Spacey), fino ad arrivare al lungo discorso di Oprah Winfrey, insignita del golden globe alla carriera, che alcuni rumours vedrebbero buona candidata contro l’attuale presidente Trump alle prossime presidenziali. Veniamo ai premi e ai premiati, che sono le cose che più mi interessano. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

L’Altra Grace: Netflix vince ancora con la Atwood

La notte del 17 settembre di quest’anno è stata importante per il mondo delle serie tv, infatti è stata quella in cui sono stati consegnati gli Emmy Awards, i premi più importanti per il mondo della televisione, specialmente per la serialità. C’è un motivo per cui ricordo questo evento: il premio fu meritatamente vinto da The Handmaid’s Tale (Il racconto dell’ancella) a mio avviso davvero notevole, prodotto da Amazon, interpretata dalla bravissima Elizabeth Moss, che è stata una delle protagoniste di un’altra serie molto bella e pluripremiata come Mad Men – se le avete perse recuperatele. Però il motivo di questo preambolo è che il romanzo da cui è tratta la miniserie è stato scritto della canadese Margareth Atwood. Fra una decina di giorni questa signora della letteratura compirà 78 anni e finalmente comincia ad avere il meritato riconoscimento in tutto il mondo. Netflix ha da poco rilasciato una nuova serie tv, precisamente una miniserie, tratta da un suo romanzo di ambientazione storica: Alias Grace (L’altra Grace). Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

The Handmaid’s Tale: la distopia migliore

elizabeth moss

Elisabeth Moss è da premio.
Senza se e senza ma!

Ci vuole coraggio per realizzare una distopia? Si e questo è l’anno delle distopie. Però, The Handmaid’s Tale è la migliore. Finora. Tratto dal romando di Margaret Atwood, scrittrice canadese, del 1985, The Handmaid’s Tale, tradotto in italiano come Il racconto dell’ancella, è una storia che racconta di un mondo, Gilead, ovvero gli ex USA, dove le donne sono ridotte a macchine di riproduzione. Una società iper – maschilista, governata dai comandanti, una tipologia che rimanda ai colonnelli greci. Una grande scrittura, compresa la stessa Atwood nel gruppo, un cast straordinario per una serie densa e davvero bella. La serie è prodotta da Hulu.

Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0