Quantico non indaga su Lea

Mercoledì 18 novembre, domani, su Fox arriverà l’ultima serie americana sull’FBI. Non è una novità, ma pare che l’ABC abbia deciso di puntare molto su Quantico, prende il nome proprio dalla sede del Federal Bureau of Investigation – Quantico in Virginia. Abbiamo visto il primo episodio in anteprima, anche se non eravamo entusiasti, eppure c’ha stupito abbastanza e in senso positivo. Naturalmente si rimane sorpresi anche dalla “protagonista dei protagonisti”, l’avvenente indiana Pryanka Chopra, attrice indiana di 33 anni, e star di Bollywood, incoronata, nel 2000, come Miss Mondo.

Proprio nell’accademia di Quantico c’è un gruppo di giovane reclute  piuttosto eterogeneo: un’indiana, un mormone, una musulmana, un reduce di guerra, un’ex reginetta di bellezza (si, la solita bionda), due ragazzi gay e la figlia di una coppia di immigrati indiani. Non solo loro, perché i personaggi abbondano, compresa la direttrice e il suo vice, che ha avuto problemi di alcol. La struttura ricorda alcune serie di successo recenti come How to get away with murder e Sense 8: molti protagonisti e piani temporali sfalzati che ritornano. Si già visto, ma qui tutto è portati avanti senza eccessiva confusione – per ora – non male per una prima stagione di 22 puntate, che per me ha già il rinnovo in tasca.

Tutto però prende una piega diversa quando Alex Parrish, la protagonista, si ritrova a New York sulla scena di un attentato, come fosse oltre l’11 settembre, e dopo interrogata viene a sapere che nel suo gruppo in Accademia c’era un traditore. Tutte reclute avevano un segreto e scoprirlo è stato uno dei primi compiti dati nel corso di studi, con risvolti anche molto drammatici. Non posso svelarvi molto, perché la sorpresa di Quantico sta proprio in questa semina di indizi e nei colpi di scena improvvisi – alcuni anche troppo. In un continuo susseguirsi di rimandi a fatti accaduti nel presente e nel passato, la serie TV Quantico si mostra per ora  solida nella struttura anche per le continue supposizioni su cosa possa esserci dietro la vita delle reclute dell’Accademia e anche degli insegnanti.

Da quanto abbiamo visto, non solo nel pilota, Quantico avrà un discreto quantitativo di scene hot, lo capirete passando in rassegna il cast, belle ragazze e ragazzi muscolosi e depilati, alcune pare tagliate dalla censura, almeno così dicono i siti di informazione sullo show-biz.

Non ero entusiasta di vedere l’antemprima di Quantico, invece devo dire che un buon prodotto di intrattenimento, almeno nel pilota. Però domani su Raiuno andrà in onda Lea
film per la tv di Marco Tullio Giordana sulla vita di Lea Garofalo.

Vorrei raccontarvi del coraggio di questa donna, che è stato grande, una testimone di giustizia contro la ‘ndrangheta che poi è stata uccisa, ma non voglio rovinare il racconto del film. Ha aperto come evento speciale il RomaFictionFest, che oggi resta il miglior appuntamento per la serie tv nel nostro paese. Lea fu ucciso nel novembre del 2009, sono passati sei anni, ma la sua storia non è solo contro la mafia, ma anche contro un certo sistema di gestione dei testimoni. Ci torneremo dopo averlo visto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.