AHS Cult: Trump diventa l’uomo nero. O un clown?

American Horror Story Cult

Trump è davvero un orco? Oppure un clown?

Si chiama Coulrofobia ed è la paura dei clown. Adesso se ne parla perché è in produzione il remake del nuovo film tratto da uno dei romanzi più famosi di Stephen King, IT, però è anche uno dei pretesti più importanti della nuova stagione di AHS: American Horror Story, denominata Cult, ancora una volta da quel geniaccio Ryan Murphy, che a volte riesce a regalare dei veri momenti di innovazione televisiva. Anche in questa stagione ci sono i clown, come in Freak Show. Si parla di paura. E c’è Trump, che per molti è un clown. Per altri un orco.

Read More

Narco 3: Pablo non c’è e va bene lo stesso

Narcos3

Oltre Pablo

Quelli che vedete nella foto sopra sono i protagonisti di Narcos 3, la serie prodotta da Netflix che racconta la storia del narcotraffico colombiano. Avete capito bene, si tratta di cocaina. Escobar è morto, adesso comanda il Cartello di Cali, che ha quasi il monopolio del traffico internazionale. Si sente la mancanza di Escobar? In parte, si sente la mancanza di un attore come Wagner Moura, scoperto proprio grazie alle prime due stagioni di Narcos, però Narcos 3 è una grande serie, anzi continua il grande racconto criminale delle altre stagioni. Poi alla scrittura c’è un grande della serialità come Chris Brancato.

Read More

Narcos: Pablo è morto, ma Narcos no

Ha ancora senso Narcos senza Pablo Escobar? Quanto è importante raccontare la lotta al cartello della droga e ai suoi uomini di tempo dopo che il capo è stato ucciso? Conta eccome, soprattutto perché bisogna cambiare la strategia narrativa per farlo.
Wagner Maura non c’è più, però già il primo episodio della terza stagione di Narcos mostra quanto ancora ci sia da raccontare sulle vicissitudini colombiane e la droga. Non ho avuto dubbi se iniziare a guardare la nuova stagione, le precedenti erano state buone, non solo per Wagner Maura, ma lui era la migliore. Non solo per Netflix.

Read More

Stranger: Coreano, non è Stranger Things!

Stranger

Non è stato facile neanche trovare l’immagine giusto per Stranger, serie tv sud coreana trasmessa da Netflix in questo scorcio d’estate. Un’immagine che non fosse legata a un’altra serie Netflix, cioè Stranger Things, ovvero la rivisitazione dei Goonies nel 21esimo secolo, mentre STRANGER è una legal drama made in Korea, tranquilli, Corea del Sud, quindi non arriveranno missili nucleari. Tra l’altro la corea del sud negli ultimi 20 anni ha dato prova di grande vitalità, realizzando un prodotto dalla trama complessa, ben strutturato, ben scritto, ben recitato della durata di 16 puntate. La cosa che sconvolge è quanto sia simile alle vicende italiane.

Read More

Orphan Black: una fine debole per una bella serie

orphan black

Orphan Black è arrivato al capolinea. Dopo cinque stagioni, la serie della BBC America è giunta alla conclusione. Forse. Non abbiamo mai nascosto come questa serie ci sia piaciuta molto, nonostante alcune debolezze che erano proprie di situazioni congiunturali, però dalla puntata finale ci aspettavamo qualcosa in più. Questo non indebolisce la grande stima che si è creata e rafforzata negli anni verso Tatiana Maslany che ha interpretato tutte le sestra (sorelle) sullo schermo, ben 11 personaggi, dando ad ognuna una caratterizzazione. La Maslany, pluricandata agli Emmy e vincitrice nel 2016, ha dato prova di talento e ci auguriamo di vederla ancora sullo schermo.

Read More