Sala scommesse Oscar

La La Land domina le candidature degli Oscar 2017. Il musical di Damian Chazelle si prepara a fare incetta di statuette per la prossima notte del 26 febbraio quando dal Dolby Theatre di Los Angeles andrà in onda la notte delle stelle. La La Land se vorrà privilegiare nella categoria miglior film dovrà fare i conti con due concorrenti molto scomodi che potrebbero strappargli la statuetta di miglior film ovvero: Moonlight, che in tutta la stagione ha ricevuto premi su premi e apprezzamenti notevoli ed ha aperto il Festival del cinema di Roma, e Manchester By The Sea. La La Land fa incetta di nominations raggiungendo il record di candidature di Titanic e di Eva contro Eva. Proprio in tema di record Merly Streep, invece, mette a segno la ventesima candidatura agli Oscar per Florence Foster Jenkins. Mentre l’Italia sarà rappresentata nella categoria documentari grazie a  Gianfranco Rosi e il suo Fuocoammare.

Miglior film: Hacksaw Ridge; Hell or High Water; Lion; Manchester by the Sea; Moonlight; Fences; Hidden Figures; Arrival; La La Land.

In molti scommettono sulla vittoria di La La Land ma, a mio parere, Moonlight può dire la sua e potrebbe strappare la statuetta per miglior film.  Il film di Barry Jenkins è stato apprezzato in tutta la stagione dei premi riconoscendo apprezzamenti su apprezzamenti. E il numero di attori e presenze afroamericane in lista per gli Oscar potrebbe favorire il film considerando anche il contesto politico e sociale dell’America trumpiana di oggi. In ogni caso il film merita e si candida ad essere il rivale di La La Land.

Nella categoria miglior attrice protagonista, che si promette di essere la più incerta di tutti, sarà sfida tra Emma Stone (La La Land), Natalie Portman (Jackie) e l’acclamata Isabelle Huppert (Elle, alla sua prima candidatura agli Oscar e che ha già portato a casa il Golden globes 2017). Attenzione anche a Ruth Negga (Loving) e Merly Streep. Non sono mancate sui social le polemiche per le esclusioni eccellenti di Amy Adams (che ha stupito in Arrival e Animali Notturni) e di Taraji P.Henson (protagonista del film campione al box office americano Hidden Figures, che ha portato a casa tre nominations).  Sul fronte attore protagonista è favorito Casey Affleck (Manchester By The Sea) ma dovrà vedersela con Denzel Washington protagonista in Fences e Ryan Gosling per La La Land. Conquista la prima candidatura anche Andrew Garfield per Hacksaw Ridgementre completa la cinquina Viggo Mortensen per Captain  Fantastic.

Un dato su tutti dopo la polemica dello scorso anno legato agli #Oscarsowhite possiamo dire che quest’anno la componente troviamo trai nominati:Viola Davis (favorita come miglior attrice non protagonista in Fences e prima attrice afroamericana a ricevere tre nominations agli Oscar) e Denzel Washington per Fences; Mahershala Ali e Naomie Harris per Moonlight; Ruth Negga (Loving) e Dev Patel (Lion).  Sono quattro, invece, i film candidati che affrontano problemi e tematiche legati alle questioni razziali: Fences, Hidden Figures, Lion e Moonlight. Al di là delle polemiche politiche c’è da dire che i film che affrontano tematiche sociali e questione razziali sono davvero buoni, meritano molto e vanno visti. Non sono nominations di “facciata”. Doppia nominations per il regista di Moonlight Berry Jenkins che ottiene anche quella nella sceneggiatura.

Ecco le nominations nelle categorie principali e le previsioni.

Miglior film: Hacksaw Ridge; Hell or High Water; Lion; Manchester by the Sea; Moonlight; Fences; Hidden Figures; Arrival; La La Land.

In molti scommettono sulla vittoria di La La Land ma, a mio parere, Moonlight può dire la sua e potrebbe strappare la statuetta per miglior film. Il film di Berry Jenkins è stato apprezzato in tutta la stagione dei premi riconoscendo apprezzamenti su apprezzamenti. Il tema affrontato nel film è attuale e potrebbe rappresentare anche, secondo molto, un voto anti-Trump.

 

Miglior regista: Damien Chazelle, La La Land; Denis Villineuve, Arrival; Mel Gibson, Hacksaw Ridge; Barry Jenkins, Moonlight; Kenneth Lonergan,Manchester by the Sea.

Vincerà Damien Chazelle per La La Land. Pochi dubbi sulla regia e sul lavoro svolto da Damien Chazelle.

 

Miglior attore protagonista: Ryan Gosling, La La Land; Casey Affleck, Manchester by the Sea; Andrew Garfield, Hacksaw Ridge
; Viggo Mortensen, Captain Fantastic
; Denzel Washington, Fences.

Casey Affleck, si prepara a ricevere la sua prima statuetta agli Oscar per un film molto toccante. Del resto ha già fatto incetta di premi nel corso di tutta la stagione.

 Miglior attrice protagonista: Emma Stone, La La Land; Meryl Streep, Florence Foster Jenkins; Ruth Negga, Loving; Natalie Portman, Jackie; Isabelle Huppert, Elle.

La sfida è incerta, le interpretazioni sono di livello assoluto e  quest’anno tutte meritano la statuetta e cinque posti sono stretti per i tanti ruoli femminili che il cinema ha presentato nel corso del 2016. Penso che alla fine quest’anno sarà Isabelle Huppert a vincere per Elle.

Miglior attrice non protagonista: Viola Davis, Fences;  Naomie Harris, Moonlight; Nicole Kidman, Lion; Octavia Spencer, Hidden Figures; Michelle Williams, Manchester by the Sea.

Salvo sorprese Viola Davis potrà vincere l’unico premio che le manca dopo due Sag e un’ Emmy. Alla terza candidatura Viola Davis andrà a prendersi il riconoscimento che merita già dei tempi de Il dubbio e The Help.

Miglior attore non protagonista: Mahershala Ali, Moonlight; Jeff Bridges, Hell or High Water; Dev Patel, Lion; Michael Shannon, Nocturnal Animals; Lucas Hedges, Manchester by the Sea. Quest’anno Mahershala Ali con Moonlight ha vinto quasi tutto conquistando critica e pubblico. Non vedo come l’attore conosciuto per aver prestato il volto  a Remi Danton in House of cards non possa vincere anche il suo primo Oscar.

Miglior sceneggiatura originale: Damien Chazelle, La La Land; Kenneth Lonergan, Manchester by the Sea; Taylor Sheridan, Hell or High Water; – Efthymis Filippou, Yorgos Lanthimos, The Lobster; Mike Mills, 20th Century Woman.

Anche qeusto premio andrà a La la Land.

Miglior sceneggiatura adattata: Allison Schroeder, Theodore Melfi, Hidden Figures; Barry Jenkins, Tarell McCraney Moonlight; Eric Heisserer,Arrival; Luke Davies, Lion, August Wilson, Fences.

Prevedo una vittoria per Moonlight e Barry Jenkins.

Miglior film d’animazione: Zootopia; Moana; Kubo and two strings; The Red Turtle; My life as a Zucchini.

Pochi dubbi: Zootopia porterà a casa la statuetta perché semplicemente è uno dei migliori film di animazione mai realizzati .

Miglior documentario: O.J. Made in America;13th; I am not your Negro; Fuocoammare; Life, animated.

Salvo sorprese O.J. Made in America potrebbe conquistare la statuetta ma attenzione anche a 13th di Ava Duverney. Non credo vincerà Fuocoammare.
Comunque lo tiferemo.

Di seguito le candidature con i premi più tecnici.

Miglior fotografia: James Laxton – Moonlight; Linus Sandgren – La La Land;  Bradford Young – Arrival; Greig Fraser – Lion; Rodrigo Prieto –Silence.

Miglior film straniero: Tanna – Australia;  Land of Mine – Denmark; Toni Erdmann – Germany;  The Salesman – Iran;  A Man Called Ove – Sweden.

Miglior canzone originale:  “Audition (The Fools Who Dream)” – La La Land; “City of Stars” – La La Land; “How Far I’ll Go” – Moana; “Can’t Stop the Feeling” – Trolls; “The Empty Chair” – Jim: The James Foley Story.

Miglior colonna Sonora originale: La La Land – Justin Hurwitz;  Lion – Dustin O’Halloran and Hauschka;  Moonlight – Nicholas Britell;  Jackie – Mica Levi; Passengers – Thomas Newman.

Miglior montaggio: La La Land – Tom Cross; Moonlight – Joi McMillon, Nat Sanders; Hacksaw Ridge – John Gilbert; Arrival – Joe Walker; Hell or High Water – Jake Roberts.

Miglior effetti visivi: Deepwater Horizon; The Jungle Book (Il Libro della Giungla); Rogue One: A Star Wars Story; Doctor Strange; Kubo and the Two Strings.

Miglior costumi: Allied – Joanna Johnston; Fantastic Beasts and Where to Find Them – Colleen Atwood (Animali Fantastici e Dove Trovarli); Florence Foster Jenkins – Consolata Boyle; Jackie – Madeline Fontaine; La La Land – Mary Zophres.

Miglior trucco: Suicide Squad – Alessandro Bertolazzi; A Man Called Ove – Love Larson and Eva Con Bahr; Star Trek Beyond – S. Anne Carroll and Joel Harlow.

Miglior scenografia: Fantastic Beasts and Where to Find Them – Stuart Craig, James Hambige, Anna Pinnock; Hail, Caesar! – Jess Gonchor, Nancy Haigh; La La Land – David Wasco, Sandy Reynolds-Wasco; Arrival – Patrice Vermette; Passengers – Guy Hendrix Dyas.

Miglior montaggio sonoro: Arrival; Deepwater Horizon; Hacksaw Ridge; La La Land; Sully.

Miglior sonoro: Arrival; Hacksaw Ridge; La La Land; Rogue One: A Star Wars Story: 13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi

Miglior corto (documentario): Extremis; 4.1 Miles; The Mute’s House; The White Helmets; Watani: My Homeland.

Miglior corto (animato): Pearl; Pear and Cider Cigarettes; Piper;  Blind Vaysha; Borrowed Time.

Miglior corto: Ennemis Interieurs; Timecode; Silent Nights; La Femme et la TGV; Sing.

Bruno Apicella

Share and Enjoy !

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.