Monica Vitti non è morta!

Dopo aver pubblicato un omaggio a Pier Paolo Pasolini consapevolmente con un giorno di ritorno, se leggete il post capirete perché, ci siamo trovati sorpresi a leggere molti tweet e status su Monica Vitti. Per molti Monica, la bellissima e bravissima Monica, pare sia morto. Ho letto articoli anche irrispettosi a mio avviso – “Che fine ha fatto Monica Vitti?” – che ironizzavano su questa meravigliosa signora del cinema italiano che non sta bene, ma non è morta! Oggi è il suo compleanno e Io e Orson vuole renderle un piccolo omaggio.

La signora è malata, ha l’Alzheimer, pare che si ricordi poco della sua vita e della sua carriera. Per fortuna qui ce la ricordiamo bene e dopo una brevissima consultazione abbiamo deciso di parlarne, anche se sarà poco. Chi ricorda la spiaggia di Amore mio aiutami con Sordi che la prende a schiaffi, chi la nebbia di Deserto Rosso di Michelangelo Antonioni, dove c’è quella scena meravigliosa dove recita le parole della poetessa Amelia Rosselli

Come non citarla ancora sempre per la regia di AntonioniL’Eclisse, L’Avventura e La Notte. Questi sono alcuni dei grandi film di genere drammatico, ma Monica possiede un talento enorme che le ha permesso di interpretare qualisiasi ruolo, compreso il registro comico, anche quello più surreale, come in questa scena tratta dal sogno in La ragazza con la pistola del maestro Mario Monicelli.

Monica Vitti è riuscita ad essere tutto, oltre la sua bellezza naturale, è stata sexy, superba, elegante, signora, popolare, nel presente e nel passato. E’ per me una delle attrici migliori che abbiamo mai visto sugli schermi e sui palcoscenici. Non è stato solo cinema e neanche teatro, ma anche tv, sia nella prosa per lo schermo sia in programmi di varietà.

Dire grande è dire poco. Quello che ci sentiamo di dire alla fine è: Buon Compleanno Monica e basta, perché l’età di una signora non si dice.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *