Il califfo e il capicollo

L’Isis, l’organizzazione islamica continua a conquistare terreno ed ora ha conquistato una grande porzione di territorio libico. Dopo l’uscita di Renzi e il manifesto programmatico della crociata di Gentiloni, ora l’Isis è a Sud di Roma!
Cosa voglia dire non si sa, perché questa indicazione va dalla Ciociaria fino al Sud Africa e anche all’Antartico. Comunque l’Isis è lì, sperduta fra le regioni italiche, passando per i deserti del Sahara e del Kalahari, la savana e la colonia dei pinguini dell’Africa Australe. Naturalmente noi italiani, come ignavi danteschi, come uomini senza futuro, cosa facevamo mentre gli uomini in questione, i piccoli califfi, arrivano in Libia? Noi, infami, guardavamo Sanremo, invece di combattere a colpi di hashtag e status.
Grillini in testa, complottisti, chomskiani, francofortesi dell’ultima ora, leghisti, fasciaroli e varia umanità erano tutti lì in prima fila a ribadire la più grande arma dia distrazione di massa inventata dal diluvio universale: il festival! Più dei mondiali di calcio e del tour di Lady Gaga. Perché in quei giorni ogni anno succede di tutto!
Fra l’altro io non guardavo il festival! Io sentinella vigile mi godevo le ultime puntate della settimana stagione di Sons of Anarchy, quella finale, la serie che ha davvero riportato tutta la poetica shakespeariana nella contemporaneità, con molte motociclette. Il punto però non è questo, piuttosto, dove fossero gli altri. Davvero si può davvero combattere l’Isis a colpi di tweet? Se così fosse non credo che la minaccia sia così forte e pericolosa, o forse la confusione è talmente ampia che abbiamo le bende sugli occhi.

Io non mi preoccupo però. Se sono a Sud di Roma, anche circumnavigando la Sicilia, si fermeranno in Calabria e lì saranno fermati. Immobilizzati da laghi di ‘nduja, colpiti da diecimila soppressate, e poi trafitti dall’arma finale: il capicollo, che col suo rosso rubino e il bianco splendente, unisce la cultura comunista e quella cattolica, a formare l’emblema del paese: il cattocomunismo. Li prenderemo e li sottoporremo al supplizio sanremese anche loro, uno per uno, li vestiremo di abiti Coconuda, per poi dotarli di un pass delle Ferrovie dello Stato, per cui potrebbe essere a sud-est-ovest-nord di nessun luogo.

O forse dovremmo iniziare a pensare a qualcosa di diverso anche per i social network?

Share and Enjoy !

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.