The Crown 2: il ritorno della regina

The Crown 2
Netflix, a un anno di distanza, ha distribuito col suo sistema di streaming per abbonati, la seconda stagione di The Crown (La Corona), serie in dieci puntate sulla vita di Elisabetta II, attuale regina del Regno Unito. Naturalmente l’inizio parte dalla fine della prima stagione, quando la signora Windsor era già sposato con Filippo di Edimburgo. Se la prima stagione andava dal 1947, anno del loro matrimonio, fino al 1956, cioè le avvisaglie della crisi di Suez, la seconda copre un arco temporale che va dal 1956, con tutta la drammaticità della crisi legata al canale che apre il Mar Rosso sul Mediterraneo, il ruolo di Israele e lo scontro fra i due blocchi, fino al 1964, coprendo anche la tragica morte del presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy.

Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

The Halcyon: il period drama ritorna dopo Downton Abbey

The Halcyon

Gli inglesi hanno una passione forte per la storia e televisivamente per il period drama, che è il genere che più di tutti racchiude la storia in forma di narrazione. ITV sta mandando in onda, oramai è quasi alla fine, una nuova serie tv: The Halcyon. Il nome è quello di un albergo a cinque stelle che si trova nel centro di Londra, nella zona di Mayfar, nella società aristocratica e cosmopolita del novecento della capitale inglese. L’epoca è quella del secondo conflitto mondiale. Sono specializzati, visto che sono gli stessi di Downton Abbey, forse il period drama più famoso degli ultimi 30 anni. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Vikings: Ragnar é morto, ma Vikings no!

Ragnar dead bodyLa quarta stagione di Vikings, la serie tv con protagonista i norreni, è terminata con la morte del loro leader carismatico Ragnar Lothbrok. Personaggio storico realmente esistito, Ragnar è, anzi era. interpretato da Travis Fimmel, attore ed ed ex supermodello australiano. Dal 2013 anno della nascita della serie Vikings, serie canadese, prodotta da Histoy Channel, ha visto un numero sempre crescente di appassionati e fan, grazie all’ottima scrittura di Micheal Hirst, che lo fa tutto da solo, autore per la tv ha scritto anche The Tudors con Jonathan Rhys Myers e per il cinema ha sceneggiato i due film di Elizabeth con Cate Blanchett. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Taboo di Tom Hardy: bello e difficile

Tom Hardy

Taboo, scritta e prodotta da Tom Hardy, insieme a Ridley Scott e Steven Knight è cominciata. Con soddisfazione abbiamo visto i premi tre episodi e ci sono piaciuti. Stamattina io non volevo scriverne, ma poi ho letto delle opinioni che mi hanno motivato. Non poco. Il cast è notevole, oltre Tom Hardy c’è Oona Chaplin, nipote del grande Charlie, c’è Jonathan Pryce, l’Alto Passero di #GOT, Micheal Kelly, uno dei protagonisti di House of Cards, c’è anche David Hayman, altro grande attore inglese, Franka Potente, Stephen Graham, che era Capone in Boardwalk Empire, e Mark Gatiss, il Mycroft di Sherlock. Dietro tutto questo c’è la BBC. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Ripper Street: Goodbye Inspector Reed

Addio Ispettore Reed. Lo dico da fan con un filo di malinconia per una serie che per cinque stagioni ci ha regalato veramente grandi emozioni. Soprattutto perché la BBC voleva chiuderla dopo due stagioni. Motivo? Bassi ascolti? No, ascolti sotto le previsioni. E non di molto.
Eppure la serie è andata avanti grazie all’impegno dei fan che hanno inondato i produttori inglesi di email e lettere in cui protestavano contro la decisione di chiudere Ripper Street. Furono raccolte 40.000 firme autentiche – altro che post verità – e la cosa suscitò l’interesse di un grande operatore dei media: Amazon. Grazie ad Amazon video sono state prodotte tre belle stagioni in più. Cos’è Ripper Street? Un poliziesco, un period drama e molto di più. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0