AHS Cult: Trump diventa l’uomo nero. O un clown?

American Horror Story Cult

Trump è davvero un orco? Oppure un clown?

Si chiama Coulrofobia ed è la paura dei clown. Adesso se ne parla perché è in produzione il remake del nuovo film tratto da uno dei romanzi più famosi di Stephen King, IT, però è anche uno dei pretesti più importanti della nuova stagione di AHS: American Horror Story, denominata Cult, ancora una volta da quel geniaccio Ryan Murphy, che a volte riesce a regalare dei veri momenti di innovazione televisiva. Anche in questa stagione ci sono i clown, come in Freak Show. Si parla di paura. E c’è Trump, che per molti è un clown. Per altri un orco. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Crazyhead: fra Buffy e Misfits

CrazyheadDopo le nomination per gli Academy Award e tutta la valanga di premi torniamo ad occuparci di serie tv. Qualche mese fa Netflix ha trasmesso una cosa davvero carina, il giusto incrocio fra Misfits e Buffy, dal titolo Crazyhead. L’autore è Howard Overman, uno che ha scritto Misfits e anche Dirk Gently, altro titolo caldo di Netflix con Elijah Wood (si proprio Frodo della saga di Peter Jackson). E’ di genere. Quale? Diciamo un comedy-horror. Perchè? Fa ridere e ci sono i demoni. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Fear the Walking Dead: da prequel a copia

%image_alt%Quando iniziò Fear The Walking Dead sapevo che la AMC aveva deciso di far sviluppare un prequel di The Walking Dead, uno spin-off poteva essere una mossa intelligente visto il grande successo prima del fumetto e poi della serie. Dietro c’era sempre Robert Kirkman, il fumettisita che ha ideato The Walking Dead, che ha collaborato alle sue sceneggiature e che ne è stato poi produttore esecutivo. Dallo scenario apocalittico di Los Angeles i sopravvissuti avevano preso il mare, capitanati da Kim Dickens, Cliff Curtis e Colman Domingo, insieme ai giovani Frank Dillane e Alicya Debnam-Carey, la splendida Lexa di The 100, questo per chi ama le serie teen.

Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

American Horror Story: L’incubo di Roanoke forse funziona

%image_alt%

Io non sono un forte appassionato di Horror soprattutto in tv, ho trovato Oucast, la serie Fox sui demoni abbastanza ridicola, per non parlare del remake di Rosemary’s Baby su Netflix, visto invece quanto fosse convincente e bello il film originale di Roman  Polansky, ancora non abbiamo visto la serie tratta da L’Esorcista, forse l’horror migliore di tutti i tempi. American Horror Story (AHS) è una buona serie, anche se la quinta, quella con Lady Gaga, dal titolo Hotel, non ha funzionato per niente. Stavolta Ryan Murphy e Brad Falchuck, i due autori, lasciano di nuovo la west coast per arrivare in North Carolina. FX potrebbe aver fatto ancora centro. Dal 21 Ottobre dovrebbe essere trasmesso su Fox in Italia. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Stranger Things: overdose 80!

Netflix rilascia Stranger Things e noi torniamo tutti ragazzini. Una serie tv in 8 parti dove s’incontra tutta l’epica nerd, da D&D a Tolkien, da E.T. di Spielberg a Grosso guaio a Chinatown di Carpenter, passando per qualche horror dei primi di Wes Craven, passando per tantissimi riferimenti. Io sono riusciti a vederli un paio di volte prima di scrivere  e ogni volta se ne trovano tantissmi che risalgono dalle sinapsi e dalle dita per i tiri di dadi fatti quando si giocava ai giochi ruolo – c’è chi gioca ancora. Il tutto confezionato dai Duffer Brothers, che hanno scritto alcuni episodi di una serie tv a mio avviso fallita, Wayward Pines, ma che stavolta hanno dato sfogo a uno stupendo calderone emotivo ludico che trascina dentro. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0