Category Archives: giallo

30Set/20

Il giovane Wallander: un bel compitino

“Dottore, Dottore!”

“Che minkia fai Katarella?!? Non mi riconosci?”

“Gnorno dottore!”

“Wallander sono!”

Questo ipotetico, bizzarro, assurdo dialogo, per il quale Andrea Camilleri, vista la sua immensa generosità e simpatia in vita terrena ed oltremondana, mi perdonerà potrebbe succedere perché Kurt Wallander è considerato il Montalbano svedese. Henning Mankell, il suo creatore, è considerato una vera e propria gloria nazionale nel suo paese e non solo. Infatti i dodici romanzi che compongono la serie del commissario in questione – da Assassino Senza Volto a La Mano – sono venduti e conosciuti in molte parti del mondo. Continue reading

Share and Enjoy !

26Ago/20

Il peso del Giallo in Rai: Maigret, Nero Wolfe e gli altri

Prosegue il viaggio di Vacanze Seriali fra le memorie del passato televisivo italiano. La Rai ha spesso affrontato i grandi tomi della letteratura negli adattamenti per il piccolo schermo come elemento importante della sua missione educatrice. Però, non ha disdegnato affatto altri modelli e generi di letterature di grandissimo valore, come il giallo, principalmente quello dei grandi investigatori. Prima di tutto sgombriamo il campo da un’annosa questione: chi scrive crede nell’assoluta bellezza e validità dei generi letterari e di quello che è chiamato “sistema dei generi”. Un giallo perché tratta della ricerca di un assassino o di un ladro non vale meno di qualcosa che esalta le gesta di un condottiero. Altrimenti dovremmo dire che Georges Simenon non è stato uno scrittore di valore. In realtà il belga è stato un grandissimo e prolifico scrittore che è riuscito ad innovare lo stile, componendo i suoi libri con un ritmo ed un passo difficilmente visto nel Novecento. Continue reading

Share and Enjoy !

22Giu/20

Bordertown: Sorjonen e i confini del freddo criminale

“Perché queste cose lassù, al Nord, non succedono!”
Questo è il leit-motiv di un personaggio di Alberto Sordi in un film del 1955 diretto da Mauro Bolognini. Un bell’esempio di commedia all’italiana corale con icone del nostro cinema come Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo, Nino Manfredi ed altri. Musiche del grande maestro Carlo Rustichelli. Sordi era un giovane carabiniere romano che si lamentava del lassismo dei colleghi in confronto alla fermezza e al rispetto delle regole degli abitanti dell’Italia Settentrionale. Non si preoccupino quelli che credono che nel complotto anti-nordista contro la Regione Lombardia, perché non parleremo di quel nord, bensì di un altro nord, che sembra essere più una categoria dello spirito per dirla alla Hegel piuttosto che un luogo geografico.

Continue reading

Share and Enjoy !

04Apr/20
malcom whitly

Prodigal Son: padri e figli, serial killer e profiler

Padri e Figli: un rapporto complesso da decifrare. Anche per un profiler!

mastroianni

Padri e Figli. Rapporto difficile, complesso, piene caratteristiche e dimensioni che si cambiano e si modificano a seconda dell’epoca, della latitudine e delle persone. Se pensiamo che nell’Antico Testamento in alcuni punti vi è scritti che “Le colpe dei padri non devono ricadere sui figli”, come nell’Esodo e nel Leviatano, in altri vi è invece una dichiarazione opposta, “Le colpe dei padri devono ricadere sui figli”, cito dal Deuteronomio e dal libro di Ezechiele. Già questo dà il piano di quanto la materia sia estremamente complicata e ricca di conflitti, quindi, come sempre abbiamo sottolineata qui a Percorsi Seriali, “appetitosa” per chi vuole raccontare storie. La produzione è sterminata e potremmo davvero costruire una mediateca talmente grande che non basterebbe una quarantena a finirla. Il nostro focus oggi si ferma su una serie poliziesca che tratta questo rapporto insieme ad un’altra figura sempre molto accattivante e affascinante: il profiler. Continue reading

Share and Enjoy !

21Feb/18

Endeavour: un poliziotto in “codice”, si chiama Morse

Endeavour

 

Non è il codice, ma il poliziotto Morse! Questa qui è una scoperta recente, Endeavour è una produzione inglese di Itv, quelli di Downton Abbey, che in Italia almeno per ora è visibile solo sui siti streaming. Oramai faccio post che di solito vanno sul Quotidiano del Sud, sull’inserto POP che esce il sabato e mi ospita e sinceramente non me la sento di parlare di qualcosa che non è visibile in chiaro. Però torno allo strumento blog per questa serie. E’ una buona serie? Molto, un poliziesco molto particolare, come i suoi personaggi.

Continue reading

Share and Enjoy !