Taboo di Tom Hardy: bello e difficile

Tom Hardy

Taboo, scritta e prodotta da Tom Hardy, insieme a Ridley Scott e Steven Knight è cominciata. Con soddisfazione abbiamo visto i premi tre episodi e ci sono piaciuti. Stamattina io non volevo scriverne, ma poi ho letto delle opinioni che mi hanno motivato. Non poco. Il cast è notevole, oltre Tom Hardy c’è Oona Chaplin, nipote del grande Charlie, c’è Jonathan Pryce, l’Alto Passero di #GOT, Micheal Kelly, uno dei protagonisti di House of Cards, c’è anche David Hayman, altro grande attore inglese, Franka Potente, Stephen Graham, che era Capone in Boardwalk Empire, e Mark Gatiss, il Mycroft di Sherlock. Dietro tutto questo c’è la BBC. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Quando il documentario è fantascienza

marte

Quello in foto è il pallone che ha accolto noi di IoeOrson ieri sera a Roma alla premiere di Marte, una serie prodotta da Brian Grazer e Ron Howard, coppia forte che ha vinto l’Oscar per A Beautiful Mind. La serie andrà in onda sul canale National Geographic, che l’ha prodotta e che fa parte di Fox Network, dal 15 Novembre sulla piattaforma Sky.
Ma che cos’è Marte? La storia della conquista del pianeta rosso da parte dei terrestri, dopo l’esplorazione spaziale. Ieri abbiamo avuto la possibilità di vedere la prima puntata al cinema e devo dire che ci è piaciuta molto, anche per lo stile narrativo, mescolare il racconto di finzione insieme al documentario. Attenzione perché non è semplice docu-fiction, ma qualcosa in più.
Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Marco Polo 2: non è storico ma ci piace

Torna l’eroe veneziano e le sue avventure nella Cina del Khan. Stavolta c’è di mezzo anche il papa. Si lascia vedere bene, ma la storia c’entra poco.

Io ero convinto di aver parlato anche della prima stagione di Marco Polo, invece non trovo il post da nessuna parte degli archivi. Eppure Marco è un personaggio che mi è sempre piaciuto, fin da quando da bambinetto ho iniziato a sfogliare Il Milione per gioco. Netflix, che sta producendo prodotti veramente godibili, qui ha centrato l’obietto. La serie su Marco Polo non è un period drama, per quello cercate quel capolavoro di Downtown Abbey, ma si guarda con molto piacere, ridando alla Cina quel gusto di esotismo che perde ogni volta che sentite uno che si lamenta al telegiornale. Devo dire che il cast è ancora più convincente, non tanto per Lorenzo Richelmy, ma per tutti gli altri, lo stesso Favino che interpreta Niccolo, il padre di Marco, ha una parte più estesa. Poi ci sono guest stars come Gabriel Byrne. Ah, fa il papa. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Vikings: il ritorno di Ragnar

Chi segue questo blog, specialmente il nostro canale Facebook (basta un like per abbonarsi) sempre pieno di notizie, sa che qui abbiamo un debole per alcune serie tv. Vikings è una di queste.
Mentre abbiamo completato la visione di Daredevil 2 e ci prepariamo a dei post sulla costruzione delle nuove serie del Marvel Cinematic Universe, non potevamo trascurare il nostro eroe vichingo Ragnar Lothbrok. La serie prodotta dal canale di documentari History Channel sarà lunga, venti episodi, divisi in due parti, la prima è iniziata questo febbraio, mentre la seconda sarà programmata verso la fine dell’anno. Fra l’altro History per Vikings ha sempre fatto una programmazione mirata: la serie insieme a molti documentari, che testimoniano come ci sia certa documentazione storica. Questa stagione è naturalmente più complicata delle altre. Come sempre.
Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Serie teen: The 100 e The Magicians

Scrivere serie teen non è facile. Recentemente abbiamo parlato di due nuove produzioni, Shannara e Shadowhunters, molto insoddisfacenti, però non sono tutte brutte. Ce ne sono un paio che qui a Io e Orson ci sentiamo di segnalare. La prima è The 100, arrivata alla terza stagione sulla rete CW, e l’altra è The Magicians, di marca SyFy e Show case. Credevo di aver già scritto di The 100, visto che la seguo sin dall’inizio, invece avevo lasciato vuoto questo spazio. Poco male, visto che la serie dalla seconda stagione è migliorata davvero molto. Come sempre andiamo con ordine. Continua a leggere

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0