American Crime 3: addio all’anthology migliore

American Crime 3

American Crime: Una serie protagonista del ritorno delle anthology in tv.
Buoni risultati di pubblico, successo di critica e anche premi, ma l’ABC la chiude. Perché? Bruno Apicella ce ne parla.

Potente. Forte. Dura. Se c’è una serie televisiva che in questi anni non ha fatto alcun tipo di sconto è proprio American Crime, prodotto della ABC di cui si è appena conclusa la terza stagione sul’emittente americana. American Crime è una serie antologica che racconta la realtà. Mettiamolo subito in chiaro: il drama ABC non parla di argomenti semplici e facili da digerire. Non è un racconto fatto da sorrisi, lieto fini e buone parole. È una serie dura. Cruda. Aspra. Come è dura la vita di tutti i giorni.

Read More

Netflix e Cannes, cinema e tv. Ha ancora senso?

Tilda Swinton - Giancarlo Esposito

Cambiano le regole d’ingaggio a Cannes. Dal 2018. Il concorso del festival della croisette sarà accessibile solamente alle opere pensate per le sala.
La polemica era scoppiata riguardo i titoli di Noah Baumbach e Bong Joon Ho, The Meyerowitz Stories con Dustin Hoffman e Adam Sandler e Okja con Tilda Swinton, due film prodotti da Netflix. Che succede?

Read More

Sensate o Sense8: stupisce sempre

sense8

Sense8 o Sensate è sempre buono

Gli 8 sono tornati. Aspettavo questa seconda stagione di Sense8 o Sensate, come hanno cominciato a chiamarlo, dopo una prima stagione a volte troppo ingenua, ma che aveva un forte appeal che andava dalla fantascienza al fantastico. Già dallo speciale di Natale del 2016 si poteva capire che le cose stavano cambiando. Netflix ha preso tempo, però ne è valsa la pena.

Read More

American Gods: finalmente è arrivata la serie tv di Neil Gaiman

American Gods

Lo abbiamo aspettato e finalmente lo abbiamo anche visto. Il primo episodio della nuova serie tv della Starz non ci ha deluso, anzi ci è piaciuto molto! American Gods per ora è un nuovo gioiello della serialità. Credo siano almeno un paio d’anni  che aspettiamo questa puntata, che va definito un vero evento. Neil Gaiman pubblicò il libro nel 2001 e da allora ha solo accumulato lettori e premi. 

Read More

The Good Fight: un grande spinoff

 

The good fight

Da Alicia a Maia: un grande spinoff

“The good fight” chiude la sua prima stagione e ci ridà appuntamento al prossimo anno quando la serie spinoff della amatissima “The good wife” ritornerà sulla Cbs per raccontare le vicende di Diane Lockart e dei nuovi personaggi che abbiamo conosciuto, approfondito e imparato ad apprezzare nelle dieci puntate mandate in onda. Dieci puntate in cui abbiamo continuato ad ammirare Diane Lockhart (Christine Baranski) e soprattutto abbiamo iniziato a volere bene alla giovane Maia Rindelle (Rose Leslie) – la donna di Jon Snow in #GOT.

Read More