Disarmati. Una realtà factual

Vorrei avere una soluzione. Forse vorrei averne molte di più, perché ogni cosa è diversa, ogni persona lo è e se c’è un problema serve una soluzione specifica, adatta, non si può pensare che una cosa vada bene per tutto. Domenica sulla pagina Facebook di questo blog che parla di televisione e serie tv ho pubblicato un articolo di Alessandro Robecchi sulla seconda stagione di Gomorra. Si intitola La serialità del male, Gomorra e il mitra che indica la luna , l’ho linkato qui perché c’è dell’intelligenza in quelle parole. Serve intelligenza per non impazzire, visto che il male è intorno a noi, accanto a noi e anche dentro, spesso in minoranza, altre in equilibrio e altre ancora in vantaggio.
Desiderare il male di qualcun altro è orribile, lo sappiamo tutti, eppure ci succede. Lo si dice senza neanche pensarci, senza stare a ragionare, che poi passa, quasi senza importanza. Eppure la paura aumenta. Ma non solo quella che ti fa temere per la tua salute o incolumità, ma la paura che prima o poi anche tu possa essere sopraffatto dal male.

Read More

Lo Scandal di Shonda

C’è un problema da risolvere? C’è un segreto da nascondere? C’è un potente da aiutare, una situazione imbarazzante da sistemare, o meglio uno scandalo da ripulire? E soprattutto c’è una campagna presidenziale da vincere? Per avere la soluzione a tutto basta chiamare Olivia Pope e la sua squadra. Ma chi è Olivia Pope? Olivia è una donna di colore,  forte, determinata ha i contatti giusti e una squadra di “gladiatori in doppio petto” che si fida ciecamente da lei. E che per lei, e assieme a lei, sarebbe anche capace “di buttarsi giù da una scogliera”. Olivia Pope non è una santa ma è una donna che è riuscita a costruirsi un lavoro, un nome, una reputazione e ad avere potere nella Washington che conta. È lei la protagonista della serie tv Scandal, ideata da Shonda Rhimes, e giunta ormai alla quinta stagione.

Read More

Gomorra e Impastato

L’aspettavo. La messa in onda della seconda stagione di Gomorra era attesa, soprattutto perché i primi due episodi mandati da Sky Atlantic coincidevano con un’altra messa in onda, quella del film tv, ad opera di Raiuno, su Felicia Impastato, madre di Peppino, un grande combattente della mafia e da essa ucciso. Ho letto titoli roboanti sui giornali del tipo “Vince la tv verità“. Non è vero, anche perché ci sono molte differenze fra i due prodotti, differenze profonde. Volevo chiamare questo post in maniera diversa: Rispetto per la mafia e per gli spettatori. Alla fine ho optato per il nome dei due prodotti.

Read More

The Family: l’orco è davvero accanto a noi?

family

The Family. Da lunedì 9 maggio su Fox arriverà la nuova serie tv prodotta dall’abc: The Family. E’ un caso che la cronaca nera che viene da Caivano, con la tragica vicenda di pedofilia, sia la cornice per questa nuova serie. The Family non è solo questo. Ideata da Jenna Bans, scuola Shonda Rhimes, l’autrice si è fatta le ossa fra Desperate Housewives, Grey’s Anatomy e Scandal. Difficile dire in una sola parola com’è questa nuova serie e lo dice uno che partiva prevenuto verso questo prodotto, però si è dovuto ricredere, soprattutto perché la tensione si mantiene bene, ogni volta sembra che si esageri, invece si rientra sempre nel binario c’è. La cosa che più ho apprezzato è il fatto che non ci sono vittime e carnefici assoluti.

Read More

The Affair: scene da un matrimonio

L’insoddisfazione della vita coniugale. Il tradimento. L’angoscia. Il senso di colpa. Il dubbio. E soprattutto il dolore. Con le conseguenze delle azioni che irrimediabilmente si ripercuotono su tutti. Senza fare alcuno sconto.  C’è tutto questo nel drama The Affair, giunta alla sua seconda stagione, e trasmesso in America dalla rete Showtime. Serie molto apprezzata dalla critica televisiva che proprio nel 2015 ha dato al prodotto televisivo, scritto e pensato da Sarah Treem due Golden Globes di peso: miglior serie drammatica (battendo prodotti del calibro di Games of thrones e House of Cards) e miglior attrice protagonista in una serie drammatica Ruth Wilson. E quest’anno ha portato il Golden Globes come miglior attrice non protagonista a Maura Tierney.

Read More