American Crime – La fine di un sogno

 

Ogni tanto capita che anche i grandi network americani ritrovino un po’ di coraggio e sicuramente l’hanno avuto quelli della ABC quando hanno deciso di produrre American Crime, un nuovo Crime Drama Anthology di grande livello. Il deus ex machina è il premio oscar John Ridley, vincitore per lo script di 12 anni schiavo, film che ha davvero fatto discutere il mondo. Un cast eccellente, a partire da Felicity Huffman, una delle casalinghe disperate ma soprattutto Bree di Transamerica, Timothy Hutton, le sorprese Caitlin Gerard e Richard Cabral, più molti altri come Penelope Ann Miller e Lili Taylor. Tutto veramente ben scelto e soprattutto ben recitato. Il tema sembra essere scontato già dal promo: il razzismo. Ma è davvero così? E’ una domanda retorica.

Read More

Addio a Dick Van Patten

E’ morto Dick Van Patten, star delle serie tv, famoso in tutto il mondo per essere stato Tom Bradford, padre della omonima famiglia. Una serie, quella de La famiglia Bradford, che in Italia ha avuto un grande successo, soprattutto perché andava in onda sulle tv private di Berlusconi, all’epoca dei primi anni del sistema misto, insieme ad Arnold e Supercar.

Read More

True Detective 2 o L’ultima era dell’uomo

Si, è vero. Lo aspettavamo. Alcuni hanno giornali e blog italiani hanno scritto che rimpiazzerà il vuoto lasciato da Il Trono di Spade. Per fortuna Nic Pizzolatto, il creatore della serie, non credo legga l’italiano, altrimenti farebbe una strage. La prima puntata ha messo in luce varie cose, fra cui un grande cast, un’eccellente costruzione narrativa e molto altro. Niente a che vedere con prodotti deboli e scontato. C’era timore e preoccupazione per il debutto di Colin Farrell e Vince Vaugn, non è affatto facile sostituire l’affiatamento visto da Matthew McConaughey, forse l’attore migliore nel biennio 2013-2014, e Woody Harrelson. Allora che si fa?
Si cambia tutto.

Read More

Tre serie tv da non guardare

Di solito io parlo di serie tv, essenzialmente di quelle, che mi sono piaciute, che ritengo buone e che credo possano piacere a chi segue questo blog o comunque le serie tv straniere. Recentemente ne sono uscite molte nuove ed è ora che scriva, anche in breve, di quelle brutte e che comunque è meglio lasciar perdere. Le metto insieme: Tatau, Stitchers e Between. Se poi volete guardarle e non vi piaceranno non venite a piangere qui, Orson vi aveva avvertito.

Read More

Che cos’è Sense8?


Ne avevo parlato qualche giorno fa: Sense8 nuova produzione Netflix. Ero arrivato a cinque puntate. Adesso ho finito di vederla e sono convinto che sarà uno dei prodotti migliori del 2015, almeno dei più interessanti. Io amo le narrazioni di genere e Sense8 alla fine è di genere. Quale? Praticamente tutti. Ci vuole un po’ di pazienza nel seguirlo, anche se ha delle sequenze veloce e di impatto, ma perché la storia principale, quella che lega tutti gli otto protagonisti, avanza solo nelle puntate finali.

Read More