Lo scadenzario esistenziale

Ma insomma, siamo fuori dal mondiale, non si riesce ad avere un presidente e un allenatore per la nazionale, c’è il semestre europeo, delitti che sembravano risolti adesso si frantumano che neanche CSI e adesso c’è chi tira fuori per l’ennesima volta Berlusconi! Anche Bersani, che ora fa il pensionato di minoranza, non ne vuole più sentire parlare. Allora perché ci dovrebbe interessare il video di Repubblica – L’Espresso su Silvio nella casa di riposo di Cesano Boscone?

Read More

Ciao Eli, grande caratterista

%image_alt%

Eli Wallach è morto, se ne è andato quasi nel silenzio dei media italiani, impegnati ancora a trovare colpevoli per la sconfitta mondiale. Lasciamo perdere e pensiamo al cinema, al fatto che se n’è andato uno dei migliori caratteristi del cinema americano, ne è la prova la grande quantità di film e apparizioni nei telefilm che Wallach ci ha regalato. La foto lo ritrae nel trio de Il Buono, il Brutto è il Cattivo, uno dei capolavori di Sergio Leone. Lui era Il Brutto – The Ugly, un vestito cucito addosso anche per tutti gli altri western che interpreterà. Ma non è stato solo questo.

Read More

Nuove serie tv che vincono e convincono

Eccola qui, Tatiana Maslany, la canadese 28enne che ha centrato la doppietta, sue Critics Choice Award come attrice protagonista per una serie tv. Lei è la protagonista di Orphan Black, prodotta dalla BBC America. Lei è Sara Manning. Però è anche, Cosima, e Helena, e Allyson, e Rachel, e anche altre! Sono tutti cloni, ma ognuna di loro ha un carattere diverso e Tatiana le rende tutte differenti, sicuramente una delle migliori attrici di serie tv nel mondo in questo momento. Sicuramente è l’anima di Orphan Black che è stato rinnovato per una terza stagione, con grande gioia dei fan, soprattutto con una trama che si infittisce sempre di più. Il panorama delle serie si sta rinnovando, con nuove storie che sembrano trovare filoni narrativi molto particolari.

Read More

Gomorra e la tv battè il cinema

Gomorra – La serie è finita, ma non è finita. Diciamolo subito, abbiamo visto la serie tv dell’anno e la cosa che davvero particolare, per non scomodare aggettivi come “assurda”, ed è italiana. Non significa che il nostro sistema produttivo stia bene o faccia tutti prodotti eccellenti, però ricordiamo che nessuno avrebbe scommesso sulla Danimarca qualche anno fa, eppure gli americani continuano a comprare i diritti delle loro serie per realizzare le versioni da mandare per il pubblico del loro paese e del resto del mondo. Gomorra ha avuto anche una versione cinematografica, dove il film di Matteo Garrone cercava, meglio tentava, di ripercorrere le vicende di un libro, molto più reportage che romanzo, in maniera a mio avviso disordinata e senza ottenere un risultato non omogeneo e che viveva di qualche sequenza riuscita, come il folgorante inizio. Vista la materia narrativa era legittimo aspettarsi qualcosa di diverso.

Read More

“La libertà comincia dall’ironia”

Nel 1859 Victor Hugo inizia a pubblicare La leggenda dei secoli, un’opera non molto conosciuta dello scrittore francese, dov’è contenuta la citazione che dà il titolo a questo post. Hugo è in esilio, Napoleone III nel 1851 ha realizzato un colpo di stato e lo scrittore ha lasciato la Francia, rifiutandosi di tornare anche dopo l’amnistia del nuovo imperatore di Francia. Dov’è l’ironia in tutto questo? Non c’è, però dall’altra sera, per ragioni personale ho incominciato a ragionare su un grande equivoco che vedo molto alimentati nei social network, cioè che l’ironia sia equivalente alla comicità. L’ironia in realtà è un trucco.

Read More