3 milioni di click in 5 giorni

3 milioni di click in 5 giorni

Questo è il risultato di una nuova web series che sta letteralmente facendo furore. 3 milioni di click in neanche una settimana sono tanti.
Convos with my 2 year old daughter, viene da Vancouver, Canada, è al primo episodio e si basa su una situazione molto semplice e paraddossale: un uomo torna a casa, vede la moglie sul divano e vorrebbe parlarle, ma non può perché sua figlia di due anni lo proibisce. Sua figlia, però, ha l'aspetto di un uomo adulto. Oppure no?
Buona Visione

La Calabra Fenice

La Calabra Fenice

Due post per parlare di quello che è successo a margine dell'orribile delitto di Corigliano Calabro, ma non del delitto in sé. Parliamo di luoghi comuni, rabbia, social, femmine e altro.
Il primo è mio, pubblicato poco fa su Intervistato, il secondo è di una femmina calabra, La Cornacchia, che torna a scrivere dopo un po' di assenza.
Comunque ci saranno sempre "luoghi comuni e più feroci" come diceva De Andrè.

DEXTER 8: la stagione finale

DEXTER 8: la stagione finale

Il 30 Giugno parte sul canale Showtime, l’ottava stagione di Dexter, la serie sul serial killer dei serial killer. Sono molti gli affezionati di questa serie che hanno seguito le avventure e le disavventure di questo analista forense di Miami e del suo passeggero oscuro.Siamo arrivati alla conclusione, confermata dalla stessa Shotime, ma già si parla di un possibile spin-off per Debra Morgan, la sorella detective, diventata sempre più importante nell’ultima stagione, dopo la scoperta sulla vera personalità di Dexter.
Micheal C. Hall, il protagonista, non se la sente di continuare, che qualcuno ricorderà anche nella serie dell’HBO Six Feet Under, incentrata su due fratelli soci di una Funeral House, non vuole continuare. Comprensibile, visto che l’impegno è notevole visto il personaggio. Comunque vediamo cosa ci aspetta.

12 episodi con un nuovo personaggio che seguirà le indagini del Dipartimenti Metropolitano di Miami, la psicologa Evelyn Vogel, interpretata da Charlotte Rampling, che sicuramente restituirà classe e freddezza al personaggio. Poi un investigatore privato, Jacob Elway, interpretato da Sean Patrick Flanery, che in tv ha interpretato Le avventure del giovane Indiana Jones.
Il cast perderà quasi subito uno dei suoi personaggi principali, se avete visto il trailer avete già capito. Confermat come ricorrenti sia Hanna McKay, nuovo interesse amoroso di Dexter, e Jamie Batista, sorella del detective collega di Dexter.
Due guest-star d’eccezione, la prima è Julian Sands, la seconda è Rhys Coiro, famoso in Usa per Entourage, prodotto interessante che in Italia purtroppo non ha riscosso molta fortuna.

Non volendo rovinare il divertimento a nessuno con spoilering, vi lascio con un ultimo video, un piccolo dietro le quinte con le voci dei protagonisti. Non ci resta che aspettare e vedere. Io lo vedrò, come sempre.

Stoccolma #Riots

Stoccolma #Riots

Stoccolma Brucia, è il titolo che campeggia sui giornali europei da un paio di giorni. Sono scoppiati disordini in alcuni quartieri della capitale svedese da un paio di giorni. Da Husby a Fittja, da Rinkeby fino alla zona sud di Skogas. Tutto parte in una zona dove gli stranieri sono circa l'80% della popolazione e poi si diffonde a macchia d'olio in tutta la capitale. Molti danno alla colpa alle politiche d'austerity del governo, intanto i gruppo di estrema destra cercano di far convergere la rabbia sulla forte presenza di stranieri, che si registra dall'inizio degli anni '80, quando molti iraniani lasciarono il loro paese per la Svezia in seguito alla caduta dello Shah e la rivoluzione islamica.

Alcuni anni fa, quando scoppiarono i primi disordini in Europa, paesi come la Svezia sembravano impenetrabili a situazioni del genere. Certo, non era ancora scoppiata la crisi economica, però c'era già un malcontento strisciante, esisteva dalla fine degli anni '90. Si diceva che fosse il frutto del movimento No Global e culmino coi tristi giorni del G8 di Genova. Sta di fatto che ora la situazione si espande sempre di più e le politiche socialdemocratiche di sostegno alla popolazione non vengono più messe in atto.

Succede però un'altra cosa: il mito esterofilo dell'Italia è morto, ma ancora molti non se ne rendono conto. E' in atto una nuova migrazione italiana all'estero, ma la situazione si fa difficile in molti paesi. La Svezia, nonostante uno dei più alti tassi di alcolismo e suicidio al mondo, era considerata una sorta di paradiso. Ora scopriamo l'intolleranza, i disordini e anche molte lamentele sull'incapacità politica della sua classe dirigente. Non solo, visto che alcuni ragazzi hanno dichiarato di essere stati pagati da giornalisti locali per una foto mentre bruciano una macchina, quindi per un'informazione non proprio genuina, passatemi il termine. Un ritratto non lontano da quello del nostro paese. Ovunque quello a cui assistiamo è la crisi del welfare di stampo socialdemocratico, ci sono segnali che vengono anche dalla Germania, ma se ne parla poco.

Lou Palanca: da Catanzaro a Torino

Lou Palanca: da Catanzaro a Torino

Oggi su Intervistato.com è uscita una mia recensione su Blocco 52, un romanzo scritto dal collettivo Lou Palanca. La linko qui perchè spero che magari la legga qualche persona in più.

I motivi per cui l'ho scritta sono molti, fra i principali sicuramente perchè mi è piaciuto, perchè sostengo il lavoro collettivo, come quello dei Wu Ming, perchè sarebbe bello farci un film, anzi mi candido a scriverlo se c'è un produttore interessato, perchè per strane incroci la mia strada si è intersecata con quella di questi signori e perchè, come ho scritto, sono davvero convinto che in Italia esista un Sud che è una terra straniera

Però il motivo più importante è che questo paese ha bisogno di una nuova narrativa che lo racconti e non si perda più narrazioni senza storia, ma che trovi il coraggio di guardarsi davvero allo specchio e che tiri via la maschera.