La telefonata con Alfano

La telefonata con Alfano

-Pronto?

-Pronto Simo.

-Pronto?

-Salve sono Angelino Alfano.

-Non sento niente.

-Sono Alfano!

-Ci sono delle interferenze, non si capisce nulla.

-Sono Angelino! Il segretario del PDL!

-Ma chi è? (Devo cambià gestore)

-Sono A-L-F-A-N-O!

-Guardi qui non si capisce nulla. Magari riprovi eh. Lei continui a provare. Magari qualcuno risponde.

La telefonata con Renzi

-Pronto?
-Ciao Simo son Renzi.
-Chi?
-Renzi! Matteo Renzi.
-Io non la conosco.
-Ma come no! Sono il tuo candidato alle primarie.
-La prego di moderare i suoi termini.
-Sempre a scherzare te eh!
-Non quanto lei.
-Comunque volevo sapere cosa farai al ballottaggio?
-Non faccio programmi a lunga scadenza.
-Ma è domenica!
-Sono fuori città.
-Comunque volevo sapere la tua opinione su questa vergogna delle regole per le primarie. Non trovi anche tu che sia uno scandalo che una deve portare la “giustificazione” se non si è registrato. Insomma hanno paura di allargare la base elettorale..
-Mattè hai mai giocato a pallone ai giardinetti?
-E certo!
-C’erano le regole più assurde, tre calci d’angolo un rigore, i pali fatti co le giacche, niente falli laterali, vale battimuro… 
-E’ certo!
-Poi c’era quello che a un certo punto c’annava in puzza e se portava via er pallone. 
-…
-Te ricordi come lo chiamavamo si?
-…
-Ciao Matte’, stamme bene eh.
-…

La telefonata con Monti


-Pronto?
-Simo’, ciao so Mario Monti.
-Ohi Mariù, com’è?
-Grama! Ho detto quella cosa sulla sanità e me stanno a fa er culo.
-Si Mariù, ma pure te…
-Oh, ma so 20 anni che lo dice Berlusconi, che tra lui e quell’altri amichi tua fra un pò tocca pagasse pure l’acqua ossigenata in ospedale.
-Si, ma l’italiano è così, se scorda! Dovevi dire: “faremo di tutto per garantire pubblico il servizio sanita

rio nazionale” e la sfangavi.
-E mo’?
-Ce sta Natale? Spennete du sordi e mandate nelle scuole un gioco educational per bambini de pupazzi che devono gestì un ospedale e stanno senza sordi. Magari trovano la soluzione!
-Ma funziona?
-Siii. Hai visto com’è venuto Renzi con la Ruota della Fortuna. Nel caso….s’abituano.
-Vabbè, ce provamo.
-Provace n’artro po’!